SHARE

juventus verona dybala

Juventus-Sampdoria è la partita che apre il programma dell’ultima giornata di Serie A. Un match che ha ben poco da dire per entrambe le formazioni, con i bianconeri già campioni d’Italia e i blucerchiati già salvi dopo una stagione al di sotto delle aspettative. L’unico motivo di interesse sarà la consegna della coppa e la festa per tifosi e giocatori della Juventus; una festa che sarà a metà perché Allegri ha vietato il giro con il bus scoperto per le vie di Torino per non perdere concentrazione in vista della finale di Coppa Italia, dopo la brutta sconfitta contro il Verona. Capitolo formazioni: per la Juve si rivede Buffon tra i pali; qualche dubbio in difesa dove potrebbe rientrare Chiellini anche se Rugani è sempre pronto; in mezzo al campo ballottaggio tra Pereyra e Sturaro per una maglia da titolare. In casa Sampdoria, Montella deve decidere a chi affidare le chiavi della difesa tra Silvestre e Ranocchia, mentre sulla fascia destra c’è un serrato ballottaggio tra il più difensivo De Silvestri e l’offensivo Sala. Dubbi anche in avanti dove sembrerebbero pronti a giocare Correa a supporto di Quagliarella, ma Alvarez e Muriel sono pronti a soffiargli il posto.

Juventus-Sampdoria, le probabili formazioni

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Pereyra, Lemina, Pogba, Evra; Mandzukic, Dybala

In dubbio: Nessuno

Indisponibili: Caceres, Khedira, Marchisio

Squalificati: Alex Sandro

Diffidati: Nessuno

Sampdoria (3-5-1-1): Viviano; Cassani, Silvestre, Diakite; De Silvestri, Fernando, Krsticic, Soriano, Dodò; Correa; Quagliarella

In dubbio: Nessuno

Indisponibili: Moisander, Ivan, Carbonero

Squalificati: Nessuno

Diffidati: Dodò, De Silvestri, Ivan, Moisander

Juventus-Sampdoria, le impressioni della vigilia

Qui Juventus: la squadra di Allegri si prepara a fare festa allo “Stadium” dopo la conquista del quinto scudetto consecutivo, un titolo che sembrava impossibile a fine ottobre e che ha reso più dolce questo risultato per il popolo bianconero. Tuttavia, all’allenatore livornese non è andata giù la pessima prestazione contro il Verona, e ha così deciso di annullare il consueto giro con il bus scoperto, che ci sarà solo dopo l’eventuale vittoria in finale di Coppa Italia contro i rossoneri.

Qui Sampdoria: nonostante la partita dica ben poco per la squadra blucerchiata, è stata una settimana davvero turbolente quella che si è vissuta in quel di Bogliasco, soprattutto a causa dell’ennesimo caso Cassano, che sarebbe stato licenziato dal club. A questa situazione, bisogna aggiungere quella di Montella che molto difficilmente l’anno prossimo sarà ancora alla guida della Sampdoria, specialmente dopo le dichiarazioni del direttore generale Osti al termine del disastroso derby di domenica scorsa. Dopo l’ottima stagione scorsa, questa per la Sampdoria è stato davvero un anno deludente, e probabilmente questa partita, ovvero l’ultima del campionato, era quello che i giocatori aspettavano da tempo.

SHARE