SHARE
Luciano Spalletti, Roma - Fonte account twitter ufficiale AS Roma
Luciano Spalletti, Roma - Fonte account twitter ufficiale AS Roma
Luciano Spalletti, Roma - Fonte account twitter ufficiale AS Roma
Luciano Spalletti, Roma – Fonte account twitter ufficiale AS Roma

Ultima vigilia stagionale per la Roma, che domani sera a San Siro sfiderà il Milan. La conferenza stampa del tecnico giallorosso Luciano Spalletti.

PEROTTI OUT – “Keita non recupera, Vainqueur non recupera. Perotti non ce la fa a recuperare. Poi tutti disponibili”.

SOLIDITA’ – “Noi abbiamo il dovere di provarci, ancora non c’è la matematica per il secondo posto. Noi, e qui sta un po’ quello che è il lavoro della società e del mister, dobbiamo far mantenere quella solidità mentale di cui si è parlato sempre anche se le cose potrebbero evidenziare che i giochi sono fatti. Io sono convinto che i nostri calciatori faranno il loro dovere”.

RAGAZZI GRANDIOSI – “Bisogna essere realisti, si arriva terzi? Abbiamo fatto il massimo per arrivare alla massima posizione possibile. Dobbiamo accettare la classifica, anche se rimanesse questa, dobbiamo mantenere dei pensieri giusti e corretti nei confronti di questi calciatori. Non vanno citati i punti persi col Bologna, ma i punti presi a squadre come Inter, Sassuolo, Napoli e altri grandi squadre. Sono stati bravi, sono stati grandiosi”.

IL FUTURO DI DIGNE E SZCZESNY – “Questo discorso qui va un pochettino messo nel discorso generale, per noi è troppo importante la partita di domani, per una ricerca di continuità di crescita che abbiamo fatto evidenziare in questo girone di ritorno, una ricerca costante di professionalità. Fino a questa partita non vado a parlare del prossimo anno, le loro attenzioni devono essere rivolte a questa partita, non ci devono essere attenuanti, il futuro non deve essere messo davanti a quello che succede domani. Noi oggi si ragiona in maniera corretta e si parla di quello che sarà domani, fino a domani sera, compreso il ritorno, si rimane tutti a Roma, non si rimane a Milano”.

OTTIMISMO – “Io mi sento ottimista per quello che ho visto in questa squadra, non vado a fare confronti con nessuno. Non penso che l’anno scorso sia stato fatto un cattivo lavoro e per quello che ha conquistato la squadra nel campionato precedente. Questa squadra ha potenzialità importanti e lo ha fatto vedere, soprattutto nella testa ed è in questa direzione che continuo a spingere oggi e anche domani”.

GRAZIE AI TIFOSI – “Non capisco quando i giocatori non firmano autografi. È per merito della gente se io sono Spalletti. È un piacere fare le foto con i tifosi, tutta questa attenzione che c’è sul nostro lavoro è per merito loro”.

SHARE