SHARE
Luciano Spalletti indicazioni panchina
Luciano Spalletti Foto: asroma.it
Luciano Spalletti indicazioni panchina
Luciano Spalletti Foto: asroma.it

Nell’ultima conferenza stampa stagionale il tecnico della Roma Luciano Spalletti, oltre a  trattare argomenti di campo, si è soffermato su altre dinamiche, come il discorso inerente le tournée estive e il rapporto con i tifosi e la gente che vive intorno al mondo dello sport. Queste le dichiarazioni del tecnico giallorosso alla vigilia del match di San Siro contro il Milan: “Quello delle tournée è un discorso corretto, i viaggi costano quanto un allenamento. Ci ho messo degli anni a capire che un viaggio grosso, valigie, alberghi, butta via energie quanto una partita. Creano difficoltà di fatica, nella testa, nell’organizzazione del giocatore. Bisogna riuscire a farlo funzionare e purtroppo bisogna tener conto di alcuni passaggi quando una squadra si chiama Roma. Le tournée, il contribuire alla conoscenza del club, è obbligatorio. Un dettaglio sarebbe poter fare le amichevoli più vicine, così si usano tutti e 24 i giocatori. Bisogna trovare delle soluzioni, ma vanno fatte perché danno un contributo al mondo dello sport, al movimento, l’affetto, il sentimento del movimento che c’è verso questo sport. Dobbiamo contribuire a restituirgli qualcosa, altrimenti non saremmo noi. Non capisco quando i calciatori non si fermano a fermare gli autografi”.

Dobbiamo contribuire a far restare la passione, altrimenti non ci sarebbe la conoscenza di queste persone verso di noi. Se si facesse scherma, ci sarebbe meno attenzione. Per me è un piacere quando trovo persone al cancello, scendo dalla macchina. Noi dobbiamo dare qualcosa a questo movimento. Quando ho trovato quel bambino, quando avevo la tuta dello Zenit e mi riconobbe come allenatore della Roma, fui felice. Si parlava della squadra invisibile, questi ragazzi hanno fatto qualcosa di grandioso, ma dietro c’è quest’altra gente che lavora dentro Trigoria, che fa i magazzinieri. Tutti hanno lavorato in modo corretto, hanno fatto trovare tutte le cose apposto e loro sono stati fondamentali o importanti per questo risultato finale. Decisivi per questo risultato finale”.

SHARE