SHARE
Luca Toni, Hellas Verona-Juventus - Fonte Twitter account ufficiale Hellas Verona
Luca Toni, bomber dell'Hellas Verona - Fonte Twitter account ufficiale Hellas Verona
Luca Toni, Hellas Verona-Juventus - Fonte Twitter account ufficiale Hellas Verona
Luca Toni, bomber dell’Hellas Verona – Fonte Twitter account ufficiale Hellas Verona

“Dopo un po’ di riflessioni e tanti anni di calcio ho pensato che domenica sarà la mia ultima partita da giocatore professionista”. Con queste parole, pronunciate il 4 maggio scorso nel corso di un’affollata conferenza stampa, Luca Toni annunciava il suo addio al calcio giocato, culminato domenica scorsa con l’ultimo gol in serie A segnato “con il cucchiaio” a Neto con cui ha aperto il successo del Verona sulla Juventus.

Impegnato domani sul campo del Palermo nell’ultimo match della stagione, il Verona quasi certamente non avrà il suo centravanti titolare (presente in tribuna o al massimo in panchina al fianco dei compagni), che questo pomeriggio sarà all’Allianz Arena di Monaco di Baviera per ricevere l’omaggio dei sostenitori del Bayern Monaco, al pari di altri ex giocatori bavaresi come Van Bommel, Lizarazu, Ballack e Salihamidzic. A riportare la notizia, proprio il club del presidente Setti sul proprio sito con questo comunicato:

«Pronto buongiorno, sono Karl-Heinz…». E’ andata più o meno così. Con Rummenigge che ha contattato i vertici del Club di via Belgio per strappare il sì di Luca e della dirigenza. Sì che è arrivato, con i relativi ringraziamenti di Kalle e di Martin Haegele, Responsabile degli Affari Internazionali del Bayern Monaco. Dunque anche il Bayern celebrerà l’addio al calcio del ‘Panzer’ gialloblù. L’ultimo saluto del club bavarese a Toni è stato inserito nel protocollo della celebrazione della 26esima Bundesliga vinta, che vivrà il suo momento clou domani all’Allianz Arena, in occasione di Bayern-Hannover (fischio d’inizio alle 15.30).

Toni ha vestito la maglia del Bayern Monaco dal 2007 al gennaio 2010, segnando 58 reti in 90 presenze, conquistando una Bundesliga, una Coppa di Germania e una Coppa di Lega, oltre al titolo di capocannoniere del torneo nella stagione 2007/2008. Ex di turno al Barbera, aveva già espresso la voglia di congedarsi dal grande calcio davanti ai propri tifosi, suscitando la perplessità di alcuni accaniti fantacalcisti che non potranno dunque schierarlo in formazione per l’ultima giornata.

 

SHARE