SHARE

giampaolo empoli

L’ultima giornata di campionato si consumerà tra oggi e domani, ma gli addii tra calciatori in procinto di appendere gli scarpini al chiodo e allenatori dal futuro ancora non definito sono già stati tanti. La scorsa settimana la Serie A ha infatti già salutato i vari Toni, Bellini e Pasqual tra gli altri che non saranno più calciatori rispettivamente di Verona, Atalanta e Fiorentina. Tra i tecnici Paulo Sousa a Firenze, Inzaghi alla Lazio e Sarri al Napoli sono ancora a caccia di conferme definitive che dovrebbero arrivare per tutti o solo per alcuni nelle prossime settimane. Intanto però un altro enigma legato ad una panchina di Serie A si è risolto proprio oggi alla vigilia dell’ultimo turno di campionato. Marco Giampaolo infatti nella conferenza stampa di presentazione che precede il match di domani dell’Empoli in casa contro il Torino, ha rivelato ai giornalisti il proprio futuro, confermando quanto sembrava diventar sempre più scontato settimana dopo settimana. Giampaolo infatti non sarà più l’allenatore dell’Empoli nella prossima stagione: l’ex tecnico di Cagliari e Siena si è rilanciato alla grande in Toscana ereditando una compagine che solamente un anno prima aveva stupito tutti con Sarri al timone. Con Giampaolo le cose non sono però di certo cambiate ed anzi gli azzurri toscani hanno anche migliorato lo score fatto segnare dall’Empoli di un anno fa: 43 punti ad una giornata dalla fine.

ADDIO EMPOLI – Come detto Giampaolo ha parlato in conferenza stampa confermando il suo addio ma non lasciando ancora trapelare la sua prossima destinazione: “Sì, è la mia ultima panchina a Empoli. E’ stato un anno di grandi soddisfazioni professionali, abbiamo giocato un grande calcio e la società si è dimostrata virtuosa. Questo mi ha permesso di costruire rapporti di stima e di affetto con la gente, è stata una stagione piena sotto questo punto di vista. Diciamo che c’è stato un accordo tacito. Non abbiamo mai discusso del contratto, siamo arrivati a fine campionato e questa è la situazione. Ho parlato con Marcello (Carli, ndr) e abbiamo convenuto che fosse giusto così. Non so cosa farò. Milan? Indiscrezioni che mi fanno onore, ma è una nota giornalistica e nulla più. Il Milan mi ha bloccato? Magari fosse così”.

 

SHARE