SHARE
I giocatori blaugrana festeggiano dopo il gol - FOTO - account Twitter The Peninsula
I giocatori blaugrana festeggiano dopo il gol - FOTO - account Twitter The Peninsula
I giocatori blaugrana festeggiano dopo il gol – FOTO – account Twitter The Peninsula

Suarez devastante, blaugrana campioni di Spagna: ecco analisi, tabellino e pagelle di Granada-Barcellona.

CHIAVE TATTICA – Comprensibilmente, il senso della partita è uno solo: il Barcellona attacca, il Granada difende. Inizialmente i blaugrana non trovano il varco giusto, poi prima della metà di frazione ci pensa Suarez a finalizzare dopo una bella combinazione tra Neymar e Jordi Alba. Dopo il vantaggio gli ospiti cercano il colpo del ko, ma la squadra di casa è molto arcigna nelle chiuse nonché decisa nei contrasti. Suarez però trova la doppietta personale grazie all’assist di Dani Alves, che raggiunge un pallone lanciato in profondità da Mascherano: 0-2 e in pratica il Barcellona chiude partita e campionato nel primo tempo. Nella seconda frazione Gonzalez inserisce Cuenca e i padroni di casa sembrano voler lottare maggiormente, proponendosi anche in zona offensiva e impegnando Ter Stegen con una bella occasione capitata a Rico. Dopo alcune piccole folate, però, la gara torna sui binari blaugrana: il dominio a centrocampo è nettissimo e scatena la frustrazione dei calciatori avversari, con i cartellini che aumentano vistosamente. Suarez addirittura firma il terzo gol personale, arrotondando record singoli e punteggio. Il finale del match scorre via senza troppi acuti, tra altri gialli e i vari cambi: Granada-Barcellona termina 0-2, la squadra di Luis Enrique è campione di Spagna per la ventiquattresima volta.

I PROTAGONISTI – Chiusura col botto per Luis Suarez: tre gol da rapace d’area, 40 in Liga, capocannoniere del torneo e Scarpa d’Oro meritatissima. In questo momento l’uruguaiano è l’attaccante più forte del mondo. Benissimo anche Messi e Neymar, in generale difficile trovare qualcuno sotto il 6 in pagella nel Barcellona. I giocatori del Granada fanno quello che possono ma c’è poco da salvare.

IL MOMENTO – La notizia del primo gol di Ronaldo a La Coruna poteva destabilizzare la prestazione blaugrana, aggiungendo pressione ai calciatori in campo. Il Barcellona invece gestisce alla grande le emozioni e con pazienza trova la rete che sblocca match e Liga.

LA GIOCATA – L’azione del primo gol del Barcellona è semplicemente perfetta: uno-due con movimenti perfetti tra Neymar e Jordi Alba, cross rasoterra preciso del terzino e Suarez abilissimo a farsi trovare pronto e dietro la linea del pallone. Una giocata apparentemente semplice che in realtà merita di essere esaltata.

 

TABELLINO GRANADA-BARCELLONA

FORMAZIONI
GRANADA (4-2-3-1): Andrès Fernandez 6; Miguel Lopes 5,5, Babin 5, Ricardo Costa 5,5 (81′ Doria s.v.), Lomban 5; Doucouré 5,5, Ruben Perez 6; Rochina 5 (46′ Cuenca 5,5), Rico 5,5, Penaranda 6; El Arabi 5 (78′ Barral s.v.). All. Gonzalez

BARCELLONA (4-3-3): Ter Stegen 6; Dani Alves 6,5, Mascherano 6,5 (75′ Mathieu 6), Piqué 6,5, Jordi Alba 7; Rakitic 6 (79′ Arda Turan s.v.), Busquets 6 (88′ Busquets s.v.), Iniesta 6,5; Messi 7, Suarez 8, Neymar 7. All. Luis Enrique

AMMONITI: Doucouré, Perez, Rico, Fernandez, Costa (G) – Busquets Piquè (B)

MARCATORI: 23′, 38′ e 85′ Suarez

ARBITRO: Hernandez

SHARE