SHARE
juventus dybala
La festa della Juventus, foto fonte: Profilo Twitter ufficiale Juventus
juventus dybala
La festa della Juventus, foto fonte: Profilo Twitter ufficiale Juventus

In programma oggi per questa 38/a giornata di campionato Juventus-Sampdoria: allo Juventus Stadium gli uomini di Massimiliano Allegri affrontavano i blucerchiati di Vincenzo Montella in quest’ultima gara di campionato. Nella testa della Juventus, ora, c’è solo la finale di Coppa Italia del 21 maggio contro il Milan, quindi spazio al turnover contro una Samp in estrema difficoltà. Il match inizia con gli ospiti che tentano subito l’affondo con un sinistro dalla distanza di Ricki Alvarez controllato da Neto, ma è la Juve a passare dopo appena 5 minuti: punizione dalla trequarti di Dybala che trova Evra e il francese è lesto a battere Brignoli. La pressione degli uomini di Allegri si fa sempre maggiore, il giro palla è continuo e al 15′ è già doppio vantaggio: calcio di rigore per fallo di Skriniar su Mandzukic, Dybala si incarica della battuta e insacca il gol del 2-0. Skriniar espulso per fallo da ultimo uomo e Samp in dieci. La Juventus è padrona del match e controlla senza troppi problemi ritmo e tempi di gioco. Poi, in attacco, ci pensa Dybala che ci prova a più riprese, impensierendo non poco Brignoli con conclusioni continue. Il giovane portiere blucerchiato, però, si fa trovare pronto in più di un’occasione. Poco più tardi Pereyra serve Dybala in area di rigore, il tiro strozzato dell’argentino finisce sulla testa di Lichsteiner che colpisce la traversa. Juve ancora pericolosissima. Poco dopo tocca a Mandzukic provare l’azione personale, ma il suo destro trova la deviazione di un difensore in angolo. Al 37′ i bianconeri passano ancora: Hernanes serve Dybala che si accentra e di sinistro supera Brignoli, gol splendido per l’argentino e 3-0 Juve. C’è il tempo per la seconda traversa colpita da Pogba con una tiro da fuori area, prima della fine del primo tempo.

La ripresa riparte con la Juventus sempre in pieno controllo del match e la Samp a subire le accelerazioni degli uomini di Allegri. I ritmi, però, si abbassano e la truppa di Montella riesce a respirare e limitare i danni. Al 52′ è Chiellini ad andare vicino al gol, trovando la respinta di Brignoli. Al 67′ Dybala lascia il campo tra gli applausi dello Juventus Stadium, standing ovation per lui. In campo entra Morata, poi c’è spazio anche per Zaza al posto di Mandzukic. Intorno al 70′ ci prova Pogba dalla distanza, ma non riesce a trovare la rete. Al 77′ minuto trova la gioia del gol anche Giorgio Chiellini: perfetta la sua conclusione. Alvarez ci prova direttamente da calcio d’angolo, ma Neto controlla. Sul finale di gara i bianconeri dilagano con la rete di Bonucci per il 5-0 finale. La squadra di Allegri chiude in bellezza uno straordinario campionato in uno Stadium festante: Juventus-Sampdoria 5-0.

 

TABELLINO DEL MATCH:

Juventus-Sampdoria 5-0 (5′ p.t. Evra, rig. 14′, 36′ p.t. Dybala, 31′ s.t. Chiellini, 40′ s.t. Bonuccci)

Juventus (3-5-2): Neto; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Pereyra (dal 20′ s.t. – 27 Sturaro), Hernanes, Pogba, Evra; Dybala (dal 22′ s.t. – Morata), Mandzukic (dal 29′ s.t. – Zaza).  All.: Massimiliano Allegri.

Sampdoria (3-4-2-1):  Brignoli; Diakité, Silvestre, Skriniar; Sala (dal 9′ s.t. – Ranocchia), Krsticic, Barreto, Dodo;  Álvarez, Correa (dal 30′ s.t. – Soriano); Quagliarella (40′ s.t. – Ponce). All.: Vincenzo Montella.

Ammoniti: 21′ p.t. Chiellini (J), 35′ p.t. Hernanes (J), 37′ p.t. Sala (S), 26′ s.t. Sturaro (J).

Espulsi: 13′ p.t. Skriniar (S).

Arbitro: sig. Gavillucci di Latina.

SHARE