SHARE
Francesco Totti, Roma - Fonte account Twitter ufficiale Francesco Totti
Francesco Totti, Roma - Fonte account Twitter ufficiale Francesco Totti
Francesco Totti, Roma - Fonte account Twitter ufficiale Francesco Totti
Francesco Totti, Roma – Fonte account Twitter ufficiale Francesco Totti

Mauro Baldissoni, direttore generale della Roma, è intervenuto poco prima del match di questa sera contro il Milan. Ai microfoni di Mediaset Premium, Baldissoni ha fatto un bilancio della stagione “Stasera possiamo inseguire il secondo posto anche se rimane è difficile. Dobbiamo vincere questa sera, non dipende da noi il secondo posto da qualche partita ed è difficile sperarci. Questa stagione eravamo partiti con speranze in più per la classifica, abbiamo avuto difficoltà tra dicembre e gennaio ma col cambio di allenatore si sono visti miglioramenti. Spalletti ha valorizzato la rosa. Mi chiede se fosse arrivato prima, ma con i se e con i ma non si va da nessuna parte”.

Lo stesso Baldissoni ha risposto alle domande sulla situazione contrattuale di Francesco Totti “C’è ancora un dialogo aperto tra lui e il presidente. Nelle ultime due settimane gli è stato proposto un contratto da calciatore per un’altra stagione. Ha detto che ci vuole pensare”. Guardando al futuro la società giallorossa deve fronteggiare i paletti del fair play finanziario che potrebbe rendere complicato il mercato, ma Baldissoni non teme problemi ” Il FFP è una regola da rispettare, l’avevamo anche l’anno scorso e non ci siamo fermati. Cercheremo di fare bene come abbiamo sempre fatto”.

Il copione delle ultime gare della Roma ormai sembra essere lo stesso, e si ripete ciclicamente: corsa, sudore, brividi. Un risultato non positivo, pochi minuti per incidere. Poi, come il Principe Azzurro a cavallo, entra in scena il vero protagonista del film fiabesco: Francesco Totti dovrebbe essersi ormai guadagnato ultimamente il soprannome di “riparatore”, poiché ci pensa lui ad aggiustare quanto di sbagliato c’è sul terreno di gioco. Come Mr. Wolf anche Totti risolve problemi, e lo fa con una classe inaudita e decisiva per un calciatore con quell’età anagrafica.

SHARE