SHARE

Politano

Termina con un secco 3-1 per i padroni di casa la sfida del Mapei Stadium tra Sassuolo-Inter. I neroverdi restano davanti al Milan, dopo la Coppa Italia conosceranno i loro destino

LA CHIAVE TATTICA – Per l’appuntamento con la storia, pur dovendo fare a meno di Berardi, Di Francesco non tradisce il suo credo e schiera i suoi con il solito 4-3-3. Come accaduto spesso in questa stagione, anche a causa però di parecchie defezioni, si mette a specchio Roberto Mancini, scegliendo lo stesso modulo per la squadra nerazzurra. I padroni di casa sfruttano come al solito la loro abilità in ripartenza, lasciando l’iniziativa alla squadra avversaria per poi distendersi in contropiede. L’impatto al match dell’Inter è tutt’altro che negativo, con l’inedito tridente davanti che si muove molto, meglio Palacio e Jovetic, meno Eder. Gli episodi, e una pessima prestazione della fase difensiva, non sono però dalla parte dei nerazzurri che dopo poco più di 20 minuti si ritrovano sotto di due reti. Palacio prova a riportare l’Inter in partita, ma ancora un errore di Murillo favorisce uno strepitoso Politano, autore di una doppietta. Nella ripresa, dopo un gol regolare annullato a D’Ambrosio, l’espulsione di un orrendo Murillo fa scendere il sipario sul match con almeno 30 minuti d’anticipo.

I PROTAGONISTI – Serata da favola per Politano che, chiamato a sostituire il giocatore più importante della squadra Berardi, entra nella storia del Sassuolo firmando la doppietta che potrebbe significare Europa League. Centrocampo roccioso per i padroni di casa, con Pellegrini e Duncan super, oltre al solito ottimo capitan Magnanelli. Cannavaro e Acerbi colonne di questa squadra, mentre serata in chiaroscuro per Sansone. Serata da dimenticare per Murillo, che non chiede certo nel migliore dei modi la sua stagione. Oltre all’ingenua espulsione, il colombiano ha diverse responsabilità in tutte le reti neroverdi, in particolare la seconda. Leggermente positivi Jovetic e Felipe Melo, mentre Palacio in assoluto il meglio dell’Inter.

IL MOMENTO – Dopo un primo tempo giocato ad altissimo ritmo, con il risultato di 3-1 che sicuramente penalizzava i nerazzurri per quanto visto in campo, l’espulsione di Murillo chiude di fatto la partita.

LA GIOCATA –  E’ stato il migliore in campo, ha trascinato i suoi e potrebbe entrare nella storia del Sassuolo. Serata fantastica per Politano, autore di una splendida doppietta. La seconda rete dell’attaccante classe classe 93 è un sintesi della sua grande serata in termini di grinta e concentrazione. Nonostante i 170 cm, è lui a incornare di testa lo spiovente dalla destra, sovrastando per scelta di tempo la pessima difesa nerazzurra.

IL TABELLINO E LE PAGELLE

Sassuolo-Inter 3-1 [6’, 39’ Politano (S), 26’ Pellegrini (S), 32’ Palacio (I)]

SASSUOLO (4-3-3): Consigli 6.5; Gazzola 6, Cannavaro 6.5, Acerbi 6.5, Peluso 6; Pellegrini 7 (dal 74’) Missiroli, Magnanelli 6.5, Duncan 7; Politano 7.5, Sansone 5.5, Defrel 6 (dal 51’) Falcinelli. Allenatore: Di Francesco.

INTER (4-3-3): Carrizo 5.5 (dal 72’) Radu ; D’Ambrosio 6, Murillo 4, Jesus 5, Telles 4.5; Brozovic 5.5, Felipe Melo 6, Kondogbia 5.5 (dal 70’) Nagatomo ; Palacio 6.5 (dal 81′) Della Giovanna, Eder 5, Jovetic 5.5. Allenatore: Mancini

Ammoniti: Brozovic (I), Juan Jesus (I), Magnanelli (S), Duncan (S)

Espulsi: Murillo (I)

SHARE