SHARE
SUPERTACA
Benfica, Campione di Portogallo

Un campionato, quello della Primeira Liga Portoghese, che quest’anno ha visto Benfica e Sporting Lisbona lottare fino all’ultimo minuto per la conquista del titolo. Le aquile infine sono riuscite a trionfare, vincendo addirittura il terzo scudetto di fila dopo quelli vinti nelle scorse due stagioni. La vittoria finale però è stata tutt’altro che scontata e giunta soltanto all’ultima giornata, quando le due squadre di Lisbona si sono scontrate a distanza e in contemporanea. Infatti i campioni in carica hanno giocato all’Estadio da Luz contro il Club Deportivo Nacional, battuto senza alcun problema per 4 a 1, con reti di Jonas, la doppietta di Gaitan e il sigillo finale di Pizzi, a nulla è valso il timbro di Agra per gli ospiti. In trasferta invece lo Sporting ha battuto anch’esso lo Sporting Braga grazie a Slimani e Teofilo Gutierrez. Dopo 34 match quindi il Benfica ha vinto il campionato mettendo a segno 88 punti, 2 in più degli acerrimi rivali biancoverdi. La squadra di Rui Vitoria può infine annoverare anche il capocannoniere fra le sue fila, con lo straordinario Jonas che ha superato le 30 reti totali in campionato.

Una stagione portoghese che era iniziata con un risultato ed un cambio di panchina piuttosto clamorosi. Durante l’estate infatti lo storico tecnico dei biancorossi, Jorge Jesus, aveva scelto di passare sulla panchina dei Leoni, lo Sporting per l’appunto, compiendo uno degli atti più clamorosi e avventati della storia del calcio lusitano. Come se non bastasse, nella Supercoppa portoghese proprio i due club della capitale si affrontavano e l’ex tecnico del Benfica ne usciva vincitore con un secco 1 a 0. Da lì in poi sarebbe quindi partita una stagione di Primeira Liga fra le più belle e avvincenti. Fuori dai giochi invece il Porto, che nonostante avesse chiuso lo scorso campionato in seconda posizione, quest’anno ha visto le sue prestazioni calare drasticamente. I Dragões sono infatti staccati di ben 15 punti dalla vetta, conquistando un terzo posto (valido per i preliminari di Champions League) che però ha il sapore della sconfitta per la dirigenza e tutta la squadra biancoblu.

 

SHARE