SHARE

dinatale

Toto’ Di Natale saluta Udine e ai microfoni di Mediaset Premium ha dichiarato: “Restare ad Udine? Ho fatto una scelta di cuore con la mia famiglia e mi ha dato tante emozioni. Non ho rimpianti, dodici anni bellissimi. Ho goduto tanto in questi anni, ringrazio tutti. Sono cresciuto con Silvio Baldini, ringrazio tutti gli allenatori che ho avuto. Voglio ringraziare i miei compagni e la città, grandi emozioni in questi 12 anni. Parlerò con il presidente e la società e prenderò una decisione sul mio futuro. Il gol lo dedico ai miei familiari, ai miei compagni e ai miei tifosi. Andare avanti a giocare? Ma no, sono vecchio, diamo spazio ai giovani. E vedermi con un’altra maglia è difficile. Ora ho due mesi per pensare e poi parlerò col presidente. I miei gol più belli? Uno con la Reggina e uno col Catania. Ma la partita più importante è stata quella con la Spagna all’Europeo, una specie di rivincita personale. Ora vado in vacanza, poi deciderò. Piermario Morosini rimarrà sempre nel mio cuore. Purtroppo la vita va così, bisogna andare avanti. Ma lui resta con me”.

Il capitano dell’Udinese è intervenuto anche ai microfoni di Rai Sport: “Il rigore me lo hanno regalato? Non si può dire sennò ci arrestano tutti!”

Di Natale ha parlato, infine, anche a Sky Sport: “Voglio ringraziare tutti, in questi dodici anni ho fatto un bel percorso e ne sono felice. Venerdì mi sono fatto male al polpaccio, ma avevo voglia di giocare. Fino a ieri sono stato tranquillo, poi quando sono arrivato negli spogliatoi ho cominciato a piangere come un bambino perché questi dodici anni mi sono passati davanti. Ho fatto tanti gol belli e speriamo di rimanere nella storia di questa società. Deciderò con calma, ora voglio stare a casa con i miei figli e mia moglie. Ho ricevuto messaggi da tanti campioni e questo fa sempre piacere perché vuol dire che ho fatto qualcosa di buono, voglio ringraziare in particolare Guidolin perché abbiamo raggiunto grandi traguardi insieme”.

SHARE