SHARE

stellone-frosinone

Finisce con la retrocessione l’avventura di Roberto Stellone sulla panchina del Frosinone. Il club ciociaro infatti con un comunicato apparso sul sito internet ufficiale ha annunciato: “Terminata ufficialmente la stagione 2015-2016, il Frosinone Calcio intende ringraziare Roberto Stellone per l’ottimo lavoro svolto in questo ultimo quadriennio. Si conferma che la decisione di non proseguire il rapporto di collaborazione è stata presa di comune accordo“. Si chiude così quindi la prima esperienza in Serie A dell’allenatore romano.

Arrivato sulla panchina della prima squadra del Frosinone quattro anni fa, dopo l’esperienza con la Beretti, Stellone era riuscito a portare i ciociari dalla Lega Pro alla Serie A. Nel 2012 nella stagione d’esordio ottenne un ottimo settimo posto, mentre nella stagione successiva raggiunse il secondo posto in Lega Pro ed ottenne la promozione grazie alla vittoria sul Lecce ai palyoff. La prima stagione in Serie B è già storia: Stellone infatti riuscì a guidare i suoi giocatori verso una storica promozione in Serie A. Un’impresa che non era mai riuscita al club ciociaro, che decise di ringraziare il proprio allenatore facendolo diventare cittadino onorario di Frosinone.

La prima stagione nella massima serie non si è chiusa nel migliore dei modi: Stellone non è riuscito a salvare la sua squadra e a regalargli un’altra stagione in A. Le otto vittorie e i sette pareggi conquistati dai ciociari non sono bastati ad evitare la retrocessione arrivata alla penultima giornata di campionato. Dopo annuncia lanciati già negli scorsi giorni, oggi è arrivata l’ufficialità della separazione tra il club e l’allenatore. Dopo quattro anni pieni di gioie e successi, Stellone ha deciso di interrompere il rapporto lavorativo con il Frosinone rescindendo consensualmente il contratto. La squadra laziale quindi da oggi dovrà mettersi alla ricerca di un nuovo allenatore in grado di guidare la squadra la prossima stagione. L’obiettivo ovviamente sarà quello di cercare un’immediata promozione.

SHARE