SHARE
Convocati
(Foto: Maidirecalcio.com)
Convocati
(Foto: Maidirecalcio.com)

Con i campionati che si accingono a calare il sipario e le competizioni internazionali giunte ormai all’ultimo atto, l’occhio clinico del vorace spettatore calciofilo si concentrerà anima e corpo sulle grandi rassegne estive che vedranno coinvolte le selezioni nazionali. L’estate 2016 è infatti quella in cui torneranno di scena la Copa America per gli amanti del ‘futbol latino’ e soprattutto i campionati Europei in Francia. EURO 2016 tra le novità presenta un roster di contendenti allargato per l’occasione a 24 squadre che frutterà ben 51 incontri tutti da vivere dal 10 giungo al 10 luglio. Una volta acquisita la qualificazione alla fase finale, il ct azzurro Antonio Conte ha iniziato a plasmare il gruppo definitivo che dovrebbe partire per la spedizione francese incappando però in qualche piccola problematica legata in particolare all’assenza di un centravanti di spessore internazionale ed in secondo luogo agli infortuni che soprattutto nell’ultimo mese hanno privato l’ex allenatore della Juventus di un paio di pedine di rilievo, mischiando nuovamente le carte e riaprendo così le porte della Nazionale anche a chi aveva rinunciato ad ogni speranza di finire nel gruppo dei 23. Con l’avvicinarsi della data X, il toto-convocati inizia ad impazzare anche tra i supporters azzurri, pronti a stilare la lista dei propri favoriti spesso anche in netto contrasto con le idee dello stesso ct. Quando si tratta della nazionale italiana dopotutto ogni tifoso si trasforma in tecnico, ed anche noi abbiamo pensato di ‘sostituirci’ a Conte stilando la nostra lista dei 23 (a tratti anche molto inverosimile), privilegiando insieme ai punti fermi del tecnico pugliese anche molti di quei talenti ancora in lotta per un posto o anche meno sponsorizzati ma che hanno tuttavia vissuto una stagione da protagonisti nelle rispettive squadre.

L’ITALIA CHE VORREI – Cercando di interpretare anche i desideri dei tifosi azzurri in generale ecco ‘l’Italia che vorrei’ analizzando ruolo per ruolo le possibili opzioni più o meno realizzabili.

Portieri: partiamo dall’estremo difensore. Neanche il ben che minimo dubbio nell’affidare la casacca numero 1 a Gianluigi Buffon, punto fermo di Conte e senatore dall’importanza fondamentale sia nello spogliatoio della Juventus che in quello della Nazionale: ennesima stagione da record per un portiere che a 38 anni sembra migliorare gara dopo gara. Alle spalle dell’immenso juventino Conte si affiderà a Salvatore Sirigu nonostante l’annata da riserva di lusso al PSG. Veniamo ora al primo dubbio reale sull’agenda del ct: il ruolo del terzo portiere. Con Perin out per infortunio c’è un paio di guanti da assegnare. Diversi a nostro parere i calciatori meritevoli visto il rendimento del campionato che volge al termine: Viviano e Mirante potrebbero essere le scelte adatte per affidarsi ad un terzo portiere esperto mentre Sportiello e soprattutto Donnarumma potrebbero rivelarsi le reali sorprese dei 23 di Conte. L’Italia viene spesso accusata di non effettuare un ricambio generazionale, dunque quale occasione migliore che affidare una maglia ad uno tra i due numeri uno più talentuosi del nostro calcio?

Difensori: rimaniamo in casa bianconera per la difesa dove nel ruolo di centrale Conte non potrà che affidarsi al blocco Juventus composto da Barzagli, Bonucci e Chiellini. Nonostante la stagione passata con qualche acciacco di troppo la maturazione di Matteo Darmian è innegabile ed anche lui non dovrebbe avere problemi a strappare una convocazione. Ipotizzando un parco difensori composto da sette elementi ci sarebbero da assegnare altre 3 maglie considerando la retroguardia a 3 come punto di partenza ma senza escludere l’eventualità di passare a 4. Tra i centrali spiccano le performance di Francesco Acerbi miglior rappresentante del made in Italy di un Sassuolo che incanta, mentre Astori, Rugani e Romagnoli potrebbero contendersi un’altra maglia. Il viola sembra essere calato insieme alla squadra gigliata, mentre l’accoppiata dall’under 21 potrebbe rivelarsi la soluzione migliore per completare il reparto con il numero 24 della Juventus in leggero vantaggio visto anche il crescendo del suo finale di campionato sotto la guida di Allegri. Certamente da escludere inoltre le candidature di un Ranocchia a tratti disastroso e dei vari Santon e D’Ambrosio. Qualche speranza in più potrebbe averla il redivivo Criscito che insieme a De Sciglio o Abate potrebbe andare a completare il reparto rimpolpando anche le catene laterali dove però la massima serie ha messo in luce le doti di Adam Masina del Bologna, già in  under 21, e Gaetano Letizia del Carpi, in grado di disimpegnarsi al meglio su entrambe le corsie. Il colpo a sorpresa? Per gli amanti dell’azzardo Zappacosta, vista anche l’attitudine già dimostrata a Torino a giocare con alle spalle una difesa a 3, non è da sottovalutare.

Centrocampisti: eccoci giunti alla prima nota dolente. La mediana di Conte sarà forzatamente rivoluzionata dai tanti infortuni (Marchisio e Verratti su tutti) e noi proviamo a ‘dargli una mano’. La stagione di Florenzi è praticamente da incorniciare e al momento sembra l’unico punto fermo dal quale poter ripartire vista anche la sua duttilità. Per rimpiazzare Verratti e Marchisio, Conte sembra puntare tutto sugli esperti Motta e Montolivo che però non hanno convinto più di tanto. Nel ruolo di regista la Serie A 2015/16 ha innalzato agli onori della cronaca l’italo-brasiliano del Napoli, Jorginho che in un centrocampo a 3 sarebbe perfetto per avviare l’azione azzurra con qualità. Considerata l’emergenza potrebbe essere anche il caso di riportare nel giro l’esperienza di De Rossi, mentre i vari Soriano e Parolo rischiano dopo le rispettive annate negative a livello di club. L’under 21 è però una risorsa da non sottovalutare e Sensi, Pellegrini ma soprattutto Benassi con un po’ di coraggio darebbero freschezza atletica e voglia di stupire che a questa Nazionale viene spesso imputata. Rimanendo però in Serie A e considerando soprattutto il girone di andata Daniele Baselli dopo la maturazione con Ventura avrebbe le carte in regola per giocarsi una maglia, mentre è ancora il Sassuolo a mettere sul piatto una valida alternativa nel ruolo di incursore: Simone Missiroli. Dalle disastrose annate di Milan e Lazio sono però da salvare Bonaventura e Candreva, frecce velenose nella faretra di Conte che potrebbe anche impiegarli in più situazioni tattiche.

Attaccanti: chiudiamo infine con il pacchetto offensivo, il regno del goal, il reparto che più di tutti in genere fa viaggiare la fantasia dei tifosi, forse non quelli italiani che nell’ultimo periodo non hanno di certo rivissuto i fasti di un tempo. Nell’elenco dei convocati di Conte la costante è una e porta il nome di Graziano Pellè, attaccante del Southampton, onesto mestierante ma mai del tutto convincente nonostante tanto sacrificio. Eder sembra invece bocciato dopo i sei mesi interisti, mentre nonostante un finale di torneo in leggero calando la fantasia di Insigne e Bernardeschi potrebbe riaccendere gli entusiasmi di un attacco mai troppo produttivo nell’era Conte. Il mercato di gennaio ha invece giovato moltissimo alla Roma ma soprattutto a Stephan El Shaarawy finalmente tornato il ‘faraone’ dei primi tempi milanisti con 8 reti all’attivo e una continuità di rendimento finalmente di rilievo. Nel ruolo di centravanti Balotelli rappresenta l’azzardo, mentre Pavoletti e Belotti sembrano essere i più in forma del momento: in particolar modo il centravanti del Torino classe 1993 ha collezionato 12 goal in questa Serie A esplodendo nel 2016. L’estero offrirebbe invece le chance Okaka, Borini e Giovinco mai troppo concrete mentre per chiudere ecco la freschezza di un trio (quasi) sassolese che potrebbe dare una nuova chiave di lettura al ct: Berardi-Zaza-Sansone. In Italia si gioca però anche in Serie B e vista la penuria di bomber di razza perchè non prendere in considerazione il centravanti del Pescara Gianluca Lapadula?

Ecco l’elenco dei nostri 23:

Portieri: Buffon, Sportiello, Donnarumma

Difensori: Bonucci, Barzagli, Chiellini, Acerbi, Letizia, Masina, Darmian

Centrocampisti: Jorginho, Candreva, Bonaventura, Missiroli, Benassi, De Rossi, Florenzi

Attaccanti: Pavoletti, Insigne, El Shaarawy, Sansone, Bernardeschi, Belotti

SHARE