SHARE

Sousa

Il tecnico della Fiorentina Paulo Sousa ha parlato della squadra, del mercato e del futuro dopo la vittoria viola in casa della Lazio.

Ecco le dichiarazioni del tecnico della Fiorentina Paulo Sousa dopo l’affermazione all’Olimpico che ha chiuso il campionato dei viola. In primis, una battuta sui tanti calciatori ritirati: “Questi campioni lasciano un vuoto incredibile, ce ne renderemo conto più in là”. Poi, sul match di stasera: “Noi abbiamo alzato il nostro livello in questa stagione, abbiamo avuto ad un certo punto difficoltà nel mantenere il rapporto con risultati e gol, cosa che invece oggi abbiamo avuto con cambi di ritmo, verticalizzazioni e tattiche straordinarie. Questo serve per la prossima stagione”.

Sousa parla inevitabilmente del mercato e della finale di Coppa tra Juventus e Milan: “La Coppa Italia avrà importanza nella preparazione, dipende da chi la vincerà. Sicuramente speriamo di non voler giocare i preliminari, perché dovremmo iniziare con molti giocatori che arrivano stanchi dalle Nazionali. Dobbiamo avere una rosa più ampia che può darci più variabilità, che può mettere in difficoltà gli avversari e permetterci di preparare meglio le nostre partite. Ci confronteremo con la società per le decisioni finali”.

Ancora sulla società, e sulla figura del Presidente Mario Cognigni: “Dobbiamo diminuire l’impatto dei fattori interni, perché già quelli esterni influiscono molto sulle prestazioni di squadra. Il Presidente è un riferimento, la fiducia della società mi ha reso molto felice perché c’è bisogno di una guida. Tutti noi abbiamo le nostre responsabilità, abbiamo bisogno di linee guida e di obiettivi. Dunque nelle decisioni finali bisogna essere chiari, e Cognigni con me lo è stato”. Sousa spiega i ragionamenti fatti per rinforzare la squadra, parlando poi di un giocatore in particolare: “Bernardeschi vuole giocare trequartista, ne parliamo in continuazione. Lui è stato molto bravo a mettersi a disposizione della squadra e si è migliorato molto, è cresciuto tantissimo. Manca solo la regolarità per la maturità definitiva, le prossime stagioni saranno di sicuro fondamentali per lui. A livello di attaccanti sono a posto”. Infine, Sousa si rivolge a Di Natale:”Gli faccio i complimenti per la sua carriera: Antonio, se puoi continuare a giocare fallo perché il calcio è gioia”.

SHARE