SHARE
Castori, Udinese-Carpi - Fonte Twitter account ufficiale Carpi
Castori, Udinese-Carpi - Fonte Twitter account ufficiale Carpi
Castori, Udinese-Carpi - Fonte Twitter account ufficiale Carpi
Castori, Udinese-Carpi – Fonte Twitter account ufficiale Carpi

Udinese-Carpi 1-2. Nel giorno dell’addio ad Udine di Totò Di Natale, il Carpi nega al capitano bianconero la gioia della vittoria ma ha ben poco da festeggiare. Alla squadra di Castori la vittoria non serve, i 3 punti conquistati dal Palermo contro il Verona sono la condanna al ritorno in cadetteria.

Per quanto riguarda la supremazia territoriale, regna un sostanziale equilibrio: il possesso palla è leggermente a favore della squadra di Castori (49%-51), mentre l’Udinese ha passato più tempo con la palla nella metà campo avversaria (47%-41%) e ha avuto un baricentro medio decisamente più alto (55,54 m – 46,46 m). Sul piano delle conclusioni, l’Udinese ha effettuato più tiri (11-8), ma rispetto al Carpi ha inquadrato meno volte lo specchio della porta (5-6) e ha creato un’occasione in meno (4-5). Sul risultato per l’Udinese hanno pesato soprattutto i tanti errori tecnici: i bianconeri infatti hanno perso più palloni (38-28) e sbagliato più passaggi (39-26) rispetto agli avversari. A riprova di questo c’è la classifica individuale per palloni persi, che vede 5 giocatori dell’Udinese nella top 5, guidata da Widmer (7). Il migliore in campo è stato senza dubbio Simone Verdi: il prodotto del vivaio del Milan si è messo in luce con una doppietta, concretizzando al meglio 2 delle 3 occasioni che gli sono capitate nell’arco della partita. Ottimo anche il lavoro di Gagliolo in fase di non possesso, con ben 8 palloni recuperati a fronte di 3 soli falli commessi. Si chiude al meglio l’avventura di Totò Di Natale con la maglia dell’Udinese: il capitano bianconero saluta i propri tifosi segnando il gol numero 227 con la maglia dei friulani, 311 in carriera, 300 con le maglie di club, 209 in Serie A. Il maratoneta di giornata è Francesco Lodi, che ha percorso quasi 11,3 km durante la partita, circa 400 metri in più rispetto a Martinho, il migliore del Carpi sotto questo punt di vista.

SHARE