SHARE

alex sandro juventus

Arrivato in Italia a suon di milioni versati dalla Juventus nelle casse del Porto, Alex Sandro è entrato in punta di piedi nella famiglia bianconera, partendo in sordina e ritagliandosi lo spazio giusto in un’annata da incorniciare per gli uomini di Massimiliano Allegri. Prima esperienza italiana e prime gioie bianconere per l’esterno brasiliano, che ha conquistato il suo primo scudetto con la maglia della Juventus ed ora punta al suo secondo trofeo, quella Coppa Italia da agguantare nella finale del 21 maggio contro il Milan di Cristian Brocchi. Alex Sandro poco fa ha parlato ai microfoni di Sky Sport, queste le sue dichiarazioni: “Abbiamo festeggiato abbastanza per la vittoria dello scudetto, ma ora dobbiamo concentrarci per la finale di Coppa Italia contro il Milan. Con l’italiano va meglio, mi sto impegnando molto per impararlo, Neto e Rubinho, oltre ad Hernanes, mi stanno aiutando sotto questo profilo”.

“Io sono abituato a giocare sulla sinistra, certo che se mi dicono di giocare a destra o sinistra, oppure a centrocampo, io lo faccio. Devo ringraziare la Juventus perché ha dimostrato grande pazienza con i giocatori appena arrivati, fanno un grande lavoro affinché i nuovi crescano nel nuovo ambiente in cui si ritrovano. Sono davvero molto felice per la mia stagione alla Juventus, se poi il ct del Brasile mi chiamerà è ancora da vedere. Per ora devo pensare a fare bene con la Juve, continuare ad allenarmi al massimo e magari, poi, la convocazione arriverà da sé”. Per l’ex Porto quest’anno 22 presenze, 2 reti e 3 assist nella sua prima stagione in Serie A con la maglia bianconera, mentre ha collezionato 5 presenze in Champions League. In Coppa Italia sono 4 le gare giocate, che potrebbero diventare 5 nel caso in cui dovesse scendere in campo nella finale dello Stadio Olimpico contro il Milan.

SHARE