SHARE
Mario Gomez, Germania
Mario Gomez, Germania

L’attaccante teutonico critica il suo passaggio in viola, e ricorda: “Mi dissero sarebbero arrivati nuovi giocatori”.

Strappo definitivo tra la Fiorentina e Mario Gomez. L’ex attaccante viola, quest’anno capocannoniere in Turchia con la maglia bianconera del Besiktas, torna a parlare della sua esperienza in Serie A in riva all’Arno e non le manda certo a dire: “Ho fatto un errore andando alla Fiorentina – spiega Mario Gomez sul canale ufficiale della formazione turca – Ho scelto troppo in fretta e mi pento di questo. Alla Fiorentina mi dissero che sarebbero arrivati nuovi giocatori e che avremmo fatto buone cose in Europa ma ciò non è stato fatto. Il periodo in viola è stato per me piuttosto deludente”.

GOMEZ E LA FIORENTINA Non erano bastate le dichiarazioni di qualche giorno fa, quando Gomez aveva ribadito: “Al Besiktas si punta sempre all’obiettivo più alto mentre la viola può solamente sognare di vincere un campionato o un titolo importante. Con la Fiorentina pativo la mancanza di stimoli perché non si lottava per lo scudetto”. Chiudendo, di fatto, il suo rapporto con la squadra toscana. In attesa di sapere quello che la punta riuscirà a fare ad Euro 2016 (qualora Loew lo mantenesse nel gruppo dei convocati), in molti avevano paventato l’idea di rivedere il numero 33 tedesco con la casacca viola, magari pensando anche ad un possibile benestare di Paulo Sousa. Adesso si profila invece uno scenario differente: la Fiorentina e il Besiktas dovranno incontrarsi per risolvere la situazione relativa al contratto della punta, i gigliati dovrebbero registrare un buon rientro dal suo addio, ammortizzando anche il fronte ingaggi. Solo allora Gomez deciderà il suo futuro, se rimanere in Turchia oppure accasarsi altrove in Europa, dove sembra potrebbero esserci molte contendenti pronte a guerreggiare per il suo cartellino.

Stefano Mastini

SHARE