SHARE
Diego Perotti Roma
Diego Perotti, foto fonte: www.asroma.com
Diego Perotti Roma
Diego Perotti, foto fonte: www.asroma.com

Da quando si è trasferito alla Roma Diego Perotti ha avuto un impatto importante su tutto l’ambiente giallorosso. Complice l’arrivo sulla panchina di Luciano Spalletti e la novità del falso nueve, interpretata al meglio dall’ex Genoa nella sua nuova esperienza italiana, Perotti è stato fondamentale per il tecnico di Certaldo e la sua nuova Roma, balzata al terzo posto e ad appena due punti dal Napoli secondo. Un’evoluzione tecnico-tattica che ha dato i suoi frutti, ma che poteva regalare anche qualche traguardo in più se solo ci fosse stato più tempo: “Mi sarebbe piaciuto far durare un mese in più il campionato, stavamo giocando un bel calcio. Siamo arrivati vicini al secondo posto, ma purtroppo non siamo riusciti a conquistarlo”, queste le parole di Perotti a Trigoria in occasione della presentazione del ritiro estivo della Roma a Pinzolo.

La Roma, infatti, svolgerà la prima fase della preparazione per la prossima stagione in Val Rendena. La truppa di Spalletti lavorerà al centro sportivo Pineta di Pinzolo, così come nella passata stagione, da sabato 9 a domenica 17 luglio. Perotti, poi, ha continuato parlando dell’avvincente annata della Roma, della prossima stagione e dell’importanza della fiducia di Luciano Spalletti. Queste le sue parole in conferenza: “Abbiamo comunque fatto bene e credo che i tifosi si siano divertiti tanto. Abbiamo proposto un bel calcio, avvicinandoci al secondo posto invano purtroppo. Però ci siamo comportati bene. Pjanic e Nainggolan sono i migliori, sarà molto importante per il prossimo anno la permanenza dei migliori. Se riusciamo a restare tutti insieme potremo fare grandi cose. Spalletti mi ha dato fiducia da subito, il fatto di essere stato schierato in campo appena arrivato mi ha dato quella certezza che manca quando sei nuovo. E’ stato importante. I compagni, poi, mi hanno fatto sentire parte del gruppo. All’inizio sei nervoso e ansioso di far bene in una grande squadra, ma loro mi hanno dato tutti fiducia da subito”.

SHARE