SHARE
Alberto Gilardino, Palermo - Serie A
Alberto Gilardino, Palermo - Serie A
Alberto Gilardino, Palermo - Serie A
Alberto Gilardino, Palermo – Serie A

Gilardino e il suo Palermo: “Mi hanno messo in discussione ma io non mollo mai”, e adesso punta al record di Pruzzo: “Fare gol di testa è la mia specialità”.

34 anni e non sentirli, soprattutto adesso che è in una città come Palermo che sa coccolarlo. Alberto Gilardino è stato uno dei protagonisti assoluti della salvezza della formazione rosanero: 10 gol messi a segno e punti che pesano oro in cascina. L’ex bomber di Parma, Milan e Fiorentina ha ricordato così i suoi tanti centri in carriera: “Voglio raggiungere quota 200 e poi attaccare Baggio a 205 e Di Natale a 209: diventare il 6° cannoniere in A di sempre sarebbe fantastico”.

GILARDINO E IL GOL Queste le parole di Alberto Gilardino sul numero odierno della Gazzetta dello Sport: “I segreti? Allenarsi duramente, la ricerca di nuovi stimoli, rimettersi sempre in gioco. Sul podio delle mie emozioni metto il gol al Manchester United con la maglia del Milan in semifinale di Champions, quello di Liverpool con la Fiorentina e quello di Frosinone: una liberazione per tutti – aggiunge sul discorso età – Quando non ci sono i giovani che fanno la differenza, noi “vecchietti” diventiamo fondamentali. Il lavoro per me è sempre stato tutto, in doppia cifra nelle mie 9 squadre di A sono quasi sempre andato. L’esperienza in A è decisiva, quando giochi partite secche”.

Sulla Nazionale azzurra: “Conte ha fatto scelte diverse, pensavo convocasse Belotti, che ha fatto molto bene. Mondiali 2006? Ogni volta mi viene la pelle d’oca a rivedere quelle immagini: un trionfo che ha fatto la storia e segnato la mia carriera – Gilardino poi parla del suo futuro con il Palermo – Ho ancora 2 anni di contratto, in Sicilia sto bene. Sì, sono stato messo in discussione in questa stagione, ma non ho mai mollato. Ci saranno da valutare alcune cose: se resto, voglio essere fondamentale per il progetto. Nell’ultimo mese e mezzo abbiamo avuto la forza con Ballardini di crederci fino in fondo e ce l’abbiamo fatta. Palermo merita di vivere stagioni senza questa sofferenza”.

Capitolo calciomercato: Sorrentino sembra destinato al Chievo, e Vazquez?: “Franco è stato grande, gli auguro il meglio. Per Stefano vedremo che cosa succederà nei prossimi giorni”.

(fonte La Gazzetta dello Sport)

Stefano Mastini

SHARE