SHARE

koke

Una finale pazzesca quella che ha visto andare in scena l’epilogo di Europa League 2015/2016 al ‘St. Jacob’ di Basilea. Si è giocato il match Liverpool-Siviglia, una partita alla fine ricca di gol e di colpi di scena, con gli spagnoli che rimontano lo svantaggio iniziale vincendo per 3-1.

LA CHIAVE TATTICA – Liverpool in campo con la formazione tipo: Jurgen Klopp punta forte sugli esterni difensivi Clyne ed Alberto Moreno, ex di turno, che assicurano una spinta constante. In mezzo agiscono i rocciosi centrali Lovren e Kolo Toure. La mediana è appannaggio di Milner ed Emre Can, bravi ad usare un mix di fisico e rapidità. Alle spalle dell’unica punta Sturridge ecco il terzetto Lallana-Firmino-Coutinho. Nel Siviglia di Emery modulo speculare 4-2-3-1 con Rami e Carriço difensori centrali e Mariano ed Escudero sulle corsie laterali. Centrocampo a due composto da Krychowiak e N’Zonzi, poi trio Coke-Banega-Vitolo a supporto di Kevin Gameiro.

La partita comincia con gli spagnoli che presto assumono il pallino del gioco ed agiscono in particolar modo sulla sinistra con le incursioni di Vitolo che mette spesso in difficoltà il proprio dirimpettaio Clyne. La manovra andalusa però non è precisa e presto gli inglesi riescono ad alzare il proprio baricentro macinando anche un maggior possesso palla. Merito di Lallana che si abbassa di svariati metri raccogliendo palla ed andando incontro ai compagni di squadra della mediana, mentre Clyne e Moreno riescono a loro volta ad avanzare sganciandosi in avanti in sovrapposizione. Il Siviglia non riesce a mettere un freno neppure ai veloci Coutinho e Sturridge: la punta ex Manchester City non dà alcun punto di riferimento ai difensori avversari, l’ex interista invece riesce a giocare di prima svariando su tutto il fronte di attacco. Il solo Vitolo nel Siviglia assieme al combattivo Banega prova a tenere a galla gli iberici via via spaesati e che non riescono a fare il gioco che vorrebbe Emery. Il primo tempo finisce con il vantaggio inglese realizzato al 36′ da Sturridge dopo una azione con due precisi passaggi da destra a sinistra. Reds bravissimi a guadagnare campo con un pressing costante e le rifiniture di Lallana e Coutinho per Sturridge.

Il secondo tempo presenta subito una svolta: Mariano brucia tutti sulla fascia destra ed entra in area. Facile per lui servire Gameiro che nell’area piccola tocca con ancor più semplicità per l’1-1. Il Siviglia torna sul manto erboso del St. Jacob trasformato e sfiora il clamoroso vantaggio qualche istante dopo su azione propiziata da Banega, ma Toure sventa tutto fermando il lanciatissimo Gameiro. Ripresa con tanti errori complice il ritmo altissimo ed un Siviglia che improvvisamente comincia a giocare a calcio e a dominare, rimpicciolendo il Liverpool e le sue individualità. E’ una vera e propria partita dai due volti, i Rojiblancos vanno ancora vicini al ribaltone con Gameiro sul quale Mignolet si supera. Ma nulla può l’estremo difensore belga sulla folgore improvvisa di Coke al 64′, con l’ala iberica abile a finalizzare uno sfondamento inarrestabile di Vitolo. Klopp inserisce Origi per uno spento Firmino al 69′ ma senza esito, anzi, il Siviglia segna ancora sempre con Koke, stavolta aiutato da un rimpallo che lo smarca in posizione favorevole per trafiggere ancora Mignolet. L’allenatore tedesco mette dentro anche un quarto attaccante nel finale, Benteke. Cambi puramente conservativi per Emery che invece può fare festa: il Siviglia si porta a casa l’ennesima Europa League oltre alla possibilità di giocare la finale di Supercoppa Europea ed il pass per la prossima edizione della Champions.

I PROTAGONISTI – Nel Liverpool emergono Lallana, Coutinho e Sturridge, infermabili nel primo tempo ma spariti dal campo come tutti i Reds nella ripresa. Per il Siviglia la palma del migliore spetta a Koke, subito dopo ecco Mariano, Vitolo, Banega e Gameiro, tutti bravi a reagire alle difficoltà iniziali della partita.

LA GIOCATA – Il gol di Sturridge è una vera e propria prodezza: l’inglese segna in trivela mancina dal vertice sinistro dell’area di rigore approfittando però dell’eccessivo spazio concessogli dalla retroguardia del Siviglia.

IL MOMENTO – Il gol dell’1-1 a favore del Siviglia dopo 22” della ripresa spezza le gambe agli uomini di Klopp e cambia radicalmente la partita. Inglesi improvvisamente impauriti, spagnoli lanciati verso la loro quinta Europa League sollevata al cielo dal 2005/2006 ad oggi.

 

LIVERPOOL-SIVIGLIA 1-3 TABELLINO (PAGELLE CLICCA QUI)

LIVERPOOL (4-2-3-1): Mignolet; Clyne, Lovren, Kolo Toure (83′ Benteke), Moreno; Milner, Emre Can; Lallana (72′ Allen), Firmino (69′ Origi), Coutinho; Sturridge
A disp.: Ward, Skrtel, Henderson, Lucas Leiva
All.: Klopp

SIVIGLIA (4-2-3-1): Soria; Mariano, Rami (78′ Kolodziejczak), Carriço, Escudero; Krychowiak, N’Zonzi; Coke, Banega (93′ Cristoforo), Vitolo; Gameiro (89′ Iborra)
A disp.: Rico, Kolodziejczak, Pareja, Konoplyanka, Llorente
All.:

MARCATORI: 36′ Sturridge (L), 46′ Gameiro (S), 64′ e 70′ Coke (S)
AMMONITI: Lovren, Origi, Clyne (L), Vitolo, Banega, Rami, Mariano (S)

 

SHARE