SHARE
Diawara
Diawara in azione (Foto: Facebook ufficiale Bologna Fc 1909)
Diawara
Diawara in azione (Foto: Facebook ufficiale Bologna Fc 1909)

Tra le piacevolissime sorprese del campionato di Serie A appena concluso c’è il mediano del Bologna classe 1997 Amadou Diawara, giovane guineano prelevato la scorsa estate dal San Marino. Una mossa coraggiosa del club felsineo che non ha perso tempo affidando sin da subito le chiavi del proprio centrocampo al talento di Conakry che ha saputo imporsi anche in massima serie non patendo per nulla il doppio salto di categoria dalle Lega Proalla Serie A. Una maturazione repentina ed immediata, sintomatica del grande talento e della forte personalità del ragazzo che intervistato dal sito ufficiale della UEFA ha parlato proprio del suo primo anno in A: “Non mi aspettavo nemmeno io che le cose andassero subito così bene. Però il lavoro ha pagato e sono felice che sia andata così. Sono molto emozionato, ricordo che in Guinea si giocava su campetti incredibili. Ora posso giocare a San Siro, o mettermi alla prova contro campioni come Paul Pogba, sinceramente è una cosa incredibile! In realtà mi sono subito adattato bene al calcio italiano, già a San Marino ho capito bene come si gioca qui. Giocare in Serie A… c’è ovviamente tanta differenza, si affrontano squadroni come il Milan o la Juventus, non è facile ma sono contento di come sono andate le cosa finora.”

SENZA PAURA – Nessuna pressione ne paura per il mediano guineano che prosegue così: “In campo riesco a mantenere la calma e non ho paura di alcun avversario. Quando gioco penso a ciò che devo fare, mi piace farmi sentire perché voglio che i miei avversari sappiano che ci sono anche io. Nel calcio esistono dei momenti difficili e altri più semplici. Sicuramente mister Donadoni ha cambiato molte cose e ci ha aiutato tantissimo, nel calcio le cose possono cambiare davvero in fretta”.

Su Donadoni: ” A me chiede tante cose, sono giovane e sto imparando moltissimo. Mi aiuta davvero tanto a migliorare. Quest’anno sono cresciuto dal punto di vista tattico, ma anche da quello tecnico: sono giovane e devo ancora imparare molto”.

MODELLI – Diversi i modelli a cui si ispira Diawara che ha parlato in particolare di Toure: “Mi piace tantissimo Yaya Touré, per la sua tranquillità in campo e visione di gioco. Spesso ho guardato le sue partite, per capire come si muove e cosa fa. Un altro giocatore che ammiro è Lucas Biglia della Lazio. Pogba è davvero devastante.”

SHARE