SHARE
Andrea Iannone. Fonte: Twitter @MotoGP
Andrea Iannone. Fonte: Twitter @MotoGP
Andrea Iannone. Fonte: Twitter @MotoGP

La stagione di MotoGp è iniziata solo da poche settimana ma c’è già che è in piena programmazione per il futuro. Grande fermento per il mercato piloti, con due ufficialità arrivate nella mattinata di oggi, che potrebbero far partire un lungo valzer. I team interessati Yamaha e Suzuki che hanno ufficializzato gli ingaggi rispettivamente di Maverick Viñales e Andra Iannone. Il pilota spagnolo sarà partner di Valentino Rossi, firmando un contratto per il 2017 e il 2018. Iannone, dopo quattro stagioni in Ducati, passa al team giapponese.

IL COMUNICATO DELLA YAMAHA – “È con grande piacere che Yamaha Motor Co., Ltd annuncia la firma di Maverick Viñales come guida per il team Movistar Yamaha MotoGP per il 2017 e il 2018. Viñales, attualmente quinto nella classifica di MotoGP, sarà partner del 9 volte Campione del Mondo Valentino Rossi, il cui rinnovo del contratto è stato già annunciato nel marzo di quest’anno. Maverick Viñales, nato a Figueres (Spagna) il 12 gennaio 1995 ha debuttato nel mondiale nel 2011 in 125cc. In carriera ha vinto il mondiale Moto3 nel 2013, così come è stato tre volte ‘Rookie of the Year’ nel 2011 (125), 2014 (Moto2) e il 2015 (MotoGP)”.

IL COMUNICATO DELLA SUZUKI – “Suzuki Motor Corporation è lieta di annunciare l’accordo con Andrea Iannone come pilota del Team Suzuki Ecstar per le stagioni 2017 e 2018. Il pilota italiano guiderà la Factory GSX-RR nel Mondiale MotoGP dalla prossima stagione per due anni. Iannone, nato il 9 agosto 1989 a Vasto, ha iniziato a correre nei campionati italiani e spagnoli nel 2004, quando aveva 15 anni. Dal 2005 ha corso con le 125, vincendo quattro gare, prima di passare in Moto 2 nel 2010, finendo sempre nei primi tre posti nelle classifiche e vincendo 8 gare. È passato in MotoGp nel 2013 e nella passata stagione si è piazzato quinto in classifica, stabilendo una pole e conquistando tre podi”.

SHARE