SHARE
Dani Alves
Dani Alves e Ivan Rakitic Fonte: fc.barcellona.com

E’ il giorno della grande celebrazione del magico mondo del Siviglia. Con la vittoria di ieri ai danni del Liverpool, gli spagnoli hanno conquistato la loro terza Europa League di fila, segnando un nuovo record per la competizione. A 10 anni esatti dalla prima vittoria (stagione 2005/06), gli andalusi alzano al cielo per la quinta volta il trofeo, staccando Juventus, Inter e lo stesso Liverpool fermi a quota 3. Una storia in continua crescita ed evoluzione per il club biancorosso, che ha segnato un punto di svolta decisivo nel 2000. Nel pieno della crisi finanziaria che aveva colpito gran parte della Spagna, e la retrocessione in seconda divisione, al Sevilla Fútbol Club arriva un nuovi direttore sportivo, tale Ramón Rodríguez Verdejo, o meglio conosciuto come Monchi. E’ lui l’hombre  de la historia per il Siviglia, colui cambierà completamente volto e bacheca al club. La sua bravura e oculatezza in sede di mercato ha portato nel club giocatori di primissimo livello, che giungono in Andalusia da mezzi sconosciuti per poi lasciare da eroi, ma soprattutto riempiendo le casse del club.

Di seguito le 10 cessioni top del club, mettendo in evidenza le plusvalenze incassate in questi incredibili 10 anni di Siviglia.

Top 10 cessioni in casa Siviglia

10) Ivan Rakitic, acquistato per 2.5 mln, ceduto per 18 mln; plusvalenza 15.5 mln: il centrocampista croato forse è uno dei più grandi capolavori di Monchi. Arriva dallo Schalke nel 2011 per 2.5 mln come un buon centrocampista, lascia nel 2014 come uno dei centrocampisti più forti del mondo, prima di conquistare tutto al Barcellona.

[nextpage title=”9″]

Alberto Moreno Fonte: profilo twitter ufficiale Europa League
Alberto Moreno
Fonte: profilo twitter ufficiale Europa League

9) Alberto Moreno, prodotto del vivaio; ceduto per 18 mln; plusvalenza 18 mln: è stato uno dei giocatori più chiacchierati del match di ieri sera, autore di un secondo tempo da dimenticare sulla corsia sinistra. Il giovane terzino spagnolo, nato e cresciuto a Siviglia, ha pagato probabilmente un pizzico di emozione contro il club del suo cuore. Nel 2014 i Reds sborsarono 18 mln di euro portarlo ad Anfield Road, fino adesso non si può dire che la spesa sia stata pienamente ripagata.

[nextpage title=”8″]

Julio Baptista con la maglia degli Orlando City Fonte: orlandocitysc.com
Julio Baptista con la maglia degli Orlando City
Fonte: orlandocitysc.com

8) Julio Baptista, acquistato per 3.5 mln; ceduto per 20 mln; plusvalenza  16,5 mln: un anno dopo l’arrivo di Dani Alves, prosegue la campagna brasiliana di Monchi che adocchia un trequartista dalla clamorosa forza fisica tre le file del San Paolo. Al Siviglia lo spostano qualche metro più avanti, fino a dominare l’area di rigore con 50 gol in due stagioni. Ancora una volta è il Real Madrid a fare spesa dalle parti del sud della Spagna, versando nel club andaluso 20 mln di euro per portare a casa la Bestia.

[nextpage title=”7″]

Jesus Navas con la maglia del Manchester City Fonte: mcfc.co.uk
Jesus Navas con la maglia del Manchester City
Fonte: mcfc.co.uk

7) Jesus Navas, prodotto del vivaio; ceduto per 20 mln; plusvalenza 20 mln: a soli 20 anni è già titolare e colonna della squadra che trionfò nel 2006 nella prime delle 5 vittorie in Europa League. Cuore e animo roquiblanco, dopo 10 anni di Siviglia passa al Manchester City nel 2013 per 20 mln di euro.[nextpage title=”6″]

Geoffrey Kondogbia con la maglia del Siviglia Fonte: el-sevillista.com
Geoffrey Kondogbia con la maglia del Siviglia
Fonte: el-sevillista.com

6) Geoffrey Kondogbia, acquistato per 4 mln; ceduto per 20 mln; plusvalenza 16 mln: forse non tutti sanno che il giocatore più chiacchierato della scorsa estate italiana è l’ennesima scoperta di quel diavolo di un Monchi. Nell’estate del 2012 il direttore sportivo lo pesca al Lens nella serie B francese per una cifra abbastanza importante, 4 mln di euro. Dopo una sola stagione il club lo lascia andare al Monaco ma per 20 mln di euro.

[nextpage title=”5″]

Reyes
Jose Antonio Reyes Fonte: sevillafc.es

5) Josè Antonio Reyes, prodotto del vivaio; ceduto per 20 mln; plusvalenza 20 mln: il coraggio e la lungimiranza nel puntare sui giovani ripaga ancora una volta il Siviglia, che a poco meno di 19 anni lancia in prima squadra l’ala mancina Josè Antonio Reyes. Dopo 3 stagioni da protagonista, nel gennaio del 2004 arriva l’Arsenal di Wenger che lo porta in Premier per 20 mln di euro. Dopo essere passato per Real Madrid, Atletico e Benfica, nel 2012 Reyes è tornato in Andalusia per soli 3 mln di euro.

[nextpage title=”4″]

alvaro negredo
Fonte: https://www.mcfc.co.uk/

4) Alvaro Negredo, acquistato per 10 mln; ceduto per 25 mln; plusvalenza 10 mln: lo Squalo Negredo rappresenta uno dei rari casi in cui il club ha acquistato da una grande squadra. Pur non avendo mai esordito in prima squadra, nel 2009 Negredo è di proprietà del Real Madrid, ma è reduce da due stagioni in prestito all’Almeria. Resta quattro anni in Andalusia, con la media di un gol ogni due partite. Nel 2013 passa al Manchester City per 25 mln di euro ma non manterrà l’altissimo livello raggiunto al Siviglia.

[nextpage title=”3″]

Sergio Ramos con la maglia del Real Madrid, Fonte: realmadrid.com
Sergio Ramos con la maglia del Real Madrid, Fonte: realmadrid.com

3) Sergio Ramos, prodotto del vivaio; ceduto per 27 mln; plusvalenza 27 mln: fiore all’occhiello del vivaio del Siviglia, un altro clamoroso punto di forza del club andaluso. A soli 17 anni la società lo lancia in prima squadra, mostrando una maturità e una forza fuori dal comune. Nel 2005 il Real Madrid sborsa la bellezza di 27 mln di euro per vestirlo di blanco, da questa stagione è il capitano della squadra.

[nextpage title=”2″]

Bacca trasforma il rigore decisivo in Bologna-Milan - FOTO: acmilan.com
Bacca trasforma il rigore decisivo in Bologna-Milan – FOTO: acmilan.com

2) Carlos Bacca, acquistato per 7 mln di euro; ceduto per 30 mln; plusvalenza 23 mln: nell’estate del 2013 il Siviglia cede Negredo al Manchester City e al suo posto arriva un attaccante colombiano semisconosciuto reduce da una stagione, seppur prolifica, dal modesto campionato belga. In due anni il suo rendimento sarà in costante crescita, fino alla magica notte di Varsavia con la doppietta in finale di Europa League contro il Dnipro. Nell’estate del 2015 il Milan paga la clausola rescissoria di 30 mln di euro, che ripagherà con 18 reti in campionato.

[nextpage title=”1″]

dani alves siviglia

1) Daniel Alves, acquistato per 500 mila euro; ceduto per 35,5 mln; plusvaleza 35 mln: a due anni dall’arrivo di Monchi, con la squadra in piena costruzione, il ds spagnolo pesca questo terzino diciannovenne in forza al Bahia, squadra che milita nella serie b del campionato brasiliano. In sei anni conquista due Coppe Uefa, una Supercoppa Europea e una Coppa del Re, diventando una colonna della squadra di Juande Ramos. Nel 2008 Guardiola lo sceglie per farne uno dei punti di riferimento della sua nuova visione del calcio, e insieme scriveranno la storia di questa sport.

SHARE