SHARE

thoir 7

Erick Thohir parla della stagione appena finita della sua Inter e del prossimo anno ad una testata indonesiana online e lo fa spaziando tra vari temi, dando un bilancio sul campionato appena concluso e rinnovando la fiducia al tecnico Roberto Mancini.

Il presidente nerazzurro parla di questa stagione: “Il quarto posto era il risultato migliore possibile, ma per la prossima stagione voglio di più e voglio che la squadra mostri i denti”. Il magnate indonesiano spende parole dolci per Mancini: “E’ un ottimo allenatore e ha la mia fiducia e quella della società per continuare a guidare la squadra anche nella prossima stagione”. Thohir guarda dritto al prossimo anno in cui l’Inter tornerà a disputare le competizione europee e promette acquisti di livello per competere sia in Italia che in Europa: “Abbiamo deciso di prendere tre giocatori di talento ed esperti, uno per ognuno dei reparti“. Dopo l’arrivo di Banega, già preso a parametro zero e grande protagonista dell’Europa League con il Siviglia, altri obiettivi concreti a centrocampo per i nerazzurri sono quelli di Yayà Touré, da sempre un pallino di Mancini e dei laziali Biglia e Candreva. Problema non da poco per Thohir è quello del rispetto del fair play finanziario, sul quale era già stato messo in guardia da Moratti. Il rigore imposto dall’Uefa potrebbe costringere la società a cedere alcuni big per fare cassa, come è successo nella scorsa stagione quando gli addii di Shaqiri e di Kovacic hanno rivitalizzato le casse del club. Ma è lo stesso Thohir a frenare: “Giocatori come Icardi, Kondogbia e Perisic li dobbiamo proteggere e tenere, sono il presente e il futuro dell’Inter”. Ma su questi giocatori e altri, come Handanovic e Murillo, c’è da registrare l’interesse di alcuni fra i più importanti club europei e allora toccherà proprio al presidente prendere una decisione, motivo per cui fra dieci giorni l’indonesiano farà ritorno in Italia e incontrerà Mancini per mettere a punto le strategie di mercato.

SHARE