SHARE

Fifa 16

La commistione tra sport elettronici e sport reali ha trovato terreno fertile anche in Italia, dopo aver “colonizzato” l’Inghilterra e la Germania. Pioniera la Sampdoria, promotrice ufficiale della nuova frontiera, appena sbarcata nel belpaese. Il fortunato ragazzo messe sotto contratto dal club blucerchiato è Mattia Guarracino, il fenomeno di “Fifa” (sei volte campione italiano e campione europeo Ems IX, medaglia di bronzo alle olimpiadi e agli Europei) tesserato da Massimo Ferrero. Sarà lui la punta di diamante della formazione che parteciperà alla “Fifa Interactive World Cup”. Il giovane prodigio, noto con il nickname Lonewolf92Fifa, ha commentato ai microfoni dell’Ansa la straordinaria notizia:

“Io diventerò il primo tesserato virtuale di una squadra di calcio in Italia, il primo videogiocatore. In Italia siamo un po’ indietro rispetto agli altri paesi ma col presidente Ferrero ci siamo messi in moto per colmare questo gap. Gli eSports crescono di popolarità anno dopo anno e dopo questi club, anche alla Samp ne ha intravisto il potenziale, decidendo di essere i primi ad investire in questo settore. Il primo appuntamento per tutti sarà il 4 e 11 giugno, con le due tappe romane e la finale che si svolgerà sempre nella capitale il 12 giugno, dove arriveranno anche i qualificati delle qualificazioni di Pontedera e Padova”.

Da Guarracino a Ferrero, principale promotore dell’iniziativa: “Il West Ham è diventato il primo club del Regno Unito a mettere sotto contratto i videogiochi, ma la stessa cosa è già accaduta in Germania col Wolfsburg che ha messo sotto contratto due giocatori e lo Schalke 04 che ha preso un intero team. Io ho deciso di mettere sotto contratto Mattia, che è il più grande giocatore di videogiochi d’Italia e voglio far diventare la Samp il primo club italiano imboccare la strada dei videogiochi dei professionisti, che sarà il futuro del calcio”.

SHARE