SHARE

lewandowski

Negli ultimi anni sono tanti i giocatori che hanno lasciato il Borussia Dortmund per passare agli acerrimi rivali del Bayern Monaco e l’ultimo in ordine di tempo è Mats Hummels, che dalla prossima stagione giocherà con la maglia del club bavarese. Primi di lui, anche Robert Lewandowski e Mario Gotze hanno seguito lo stesso tragitto.

Ed è proprio l’attaccante polacco, in un’intervista a “Goal.com” a spiegare quanto sia felice per l’arrivo del suo ex compagno di squadra al Bayern: “Sono molto contento di vedere al Bayern la coppia difensiva della Germania campione del mondo. Hummels è uno dei centrali difensivi più forti al mondo e con Boateng formeranno una coppia formidabile dalla quale ne beneficerà pure l’attacco, perché sono molto bravi a verticalizzare l’azione e a giocare la palla come pochi altri difensori sanno fare”. Lewandowski si ritrova con Hummels dopo i quattro anni passati insieme al Borussia Dortmund, conditi da ottime vittorie: “Credo che Mats volesse tornare a vincere e il Bayern Monaco è sicuramente la scelta giusta per alzare al cielo dei trofei. Non vedo l’ora di giocare con lui, ha delle qualità difensive eccezionali”.

Il Bayern Monaco chiuderà domani la stagione con la finale della Coppa di Germania contro lo stesso Borussia Dortmund, e questa sarà l’ultima partita per Pep Guardiola sulla panchina dei bavaresi. Il centravanti della nazionale polacca esprime tutta la sua delusione per la terza eliminazione consecutiva in semifinale di Champions League con il tecnico catalano, ma considera la stagione più che positiva: “E’ stata una delusione cocente uscire per mano dell’Atletico Madrid, ci ha lasciato l’amaro in bocca, però dobbiamo accettarlo e guardare avanti. Comunque se dovessimo vincere la Coppa di Germania sarebbe una grande stagione, anche in virtù del fatto che abbiamo vinto la Bundesliga”. Lewandowski parla sia dell’imminente finale che della conquista del titolo del campionato tedesco: “La finale della Coppa è sempre una partita difficile, il Borussia è un avversario duro e l’ha dimostrato per tutta la stagione. Per me in particolare, si tratta di partite speciali considerando i miei quattro anni a Dortmund, mi piacerebbe segnare il gol dell’ex, ma la cosa che più conta è la vittoria di squadra. Sul titolo:”E’incredibile vincere il campionato per quattro anni di fila, ma quest’anno è stato molto più duro degli ultimi perché i nostri avversari hanno tenuto aperta la corsa fino alla fine”.

SHARE