SHARE
muriel

muriel

Non è stata una grandissima stagione quella di Luis Muriel, che è stato protagonista di prestazioni altalenanti tra ottime giocate e alcune partite davvero deludenti. Durante questo campionato, il colombiano ha fatto registrare 32 presenze condite da 6 gol a cui ne va aggiunto uno realizzato nei preliminari di Europa League.

La Sampdoria lo aspetta e spera che si trasformi da promessa a giocatore completo considerando le ottime qualità di cui è dotato. Su di lui ha messo gli occhi con insistenza il Torino, che proverà a convincerlo a trasferirsi sotto la Mole grazie all’ingaggio di Mihajlovic, un allenatore a cui è molto legato. Muriel ha parlato di questa stagione nel corso di un’intervista al “El Heraldo”, nel suo paese: Questa stagione l’avevo iniziata bene, ho segnato e giocato molto, ma poi la squadra è calata di rendimento e di conseguenza anche io. Con Montella ho avuto meno spazio e sono finito spesso in panchina, ma ci sono stati tanti cambi di formazione, non giocavamo mai gli stessi undici”. Riguardo al futuro, Muriel afferma di voler restare a Genova: “La Sampdoria ha rifiutato tutte le offerte che sono pervenute per me, e qualche giorno fa la società ha incontrato il mio agente e gli hanno detto che non mi vendono e che la prossima stagione sarò al centro del progetto e questa è una cosa che mi ha reso molto felice”.  Quello che il centravanti esclude categoricamente è un suo ritorno in Colombia: “Assolutamente no, sto bene a Genova, la Sampdoria è un grande club e i tifosi si sono sempre comportanti bene con me dandomi fiducia e io ora la devo ripagare. Voglio giocare nei campionati europei, quando tornerò in Colombia vorrei andare a giocare nello Junior, che è la squadra per cui faccio il tifo”.

Fra pochi giorni inizierà la Copa America, e Muriel è uno dei preconvocati della nazionale colombiana ed era inevitabile parlare di questo argomento: “Sono molto contento che il ct Pekerman ha sempre molta fiducia in me dato che anche giocando poco e non bene ha deciso di convocarmi. Voglio ripagare con i gol durante la Copa America, siamo il solito gruppo formato da un’ottima base e possiamo vincere la competizione”. Ma il giocatore della Sampdoria potrebbe trovare spazio anche alle Olimpiadi, in qualità di fuoriquota: “Non saprei scegliere tra Copa America e Olimpiadi, chi ha disputato queste ultime dice che c’è un’esperienza fantastica ma questa è la Copa Centenario. Non ho preferenza, mi affido a chi dovrà scegliere i giocatori per entrambe le manifestazioni”.

SHARE