SHARE

crotone

Serata amara per la Virtus Entella, sconfitta allo Scida dal Crotone e fuori dalla griglia play off. L’ottavo posto occupato prima del fischio d’inizio, è stato poi conquistato dal Novara, grazie al successo ottenuto sul Modena. Resta la straordinaria stagione disputata dalla compagine ligure, arrivata ai nastri di partenza con l’obiettivo salvezza e finita ad un passo dal miracolo sportivo. Un sogno a lungo accarezzato anche dai tifosi, presenti in massa in Calabria. Ma la festa, poi rovinata dal risultato, ha rischiato di trasformarsi in un vero e proprio incubo per un tifoso della Virtus Entella che, tra primo e secondo tempo, si è accorto di aver perso un borsello contente 1700 euro in contanti, danaro messo da parte dal gruppo al seguito della squadra per sostenere le spese del lungo viaggio. Soldi e documenti dei ragazzi che avevano deciso di partecipare alla trasferta. Un danno non indifferente, con un inaspettato lieto fine. Il borsello, infatti, è stato ritrovato da un ultras del Crotone che, con un nobile gesto, ha consegnato il materiale ritrovato alla polizia. Dopo pochi minuti, le autorità competenti hanno individuato il proprietario del borsello al quale sono stati restituiti soldi e documenti.

Una buona notizia che avrà sicuramente mitigato l’amarezza per il responso del campo che ha escluso la Virtus Entella dalla corsa play off. Ma per il presidente Antonio Gozzi non è tempo di rimpianti: “Questa sera si è chiuso un campionato comunque straordinario è mancata solo la ciliegina sulla torta, ma vedere la nostra Entella posizionata al nono posto (tra le prime trenta del calcio italiano) record assoluto per la società, è per me motivo di grandissima soddisfazione e orgoglio. Per questo voglio ringraziare la squadra, il tecnico Aglietti con il suo staff e l’intera dirigenza per aver portato così in alto i nostri colori. Mi preme anche abbracciare tutti i nostri tifosi, ad iniziare da quelli che ci hanno seguito sin qui a Crotone, per aver dimostrato durante l’intera stagione un attaccamento, una partecipazione e una passione davvero ammirevoli. Ripeterci non sarà facile, anzi sarà assai complicato, ma non lasceremo nulla d’intentato per continuare a stupire, pur senza compiere follie economiche e puntando forte sui nostri giovani”.

SHARE