SHARE
Robert Lewandowski, Polonia, Fonte account Twitter ufficiale Polonia
Robert Lewandowski, Polonia, Fonte account Twitter ufficiale Polonia
Robert Lewandowski, Polonia, Fonte account Twitter ufficiale Polonia
Robert Lewandowski, Polonia, Fonte account Twitter ufficiale Polonia

A meno di un mese dal fischio d’inizio della gara inaugurale di Euro 2016, maidirecalcio.com intraprende un viaggio lungo tutto il continente, alla scoperta di tutte le Nazionali che parteciperanno ad Euro 2016. In questa puntata analizziamo la Polonia, autentica mina vagante della competizione.

I CONVOCATI- Nawalka, tecnico della nazionale biancorossa, ha diramato una lista di pre-convocati per l’Europeo tutto sommato piuttosto equilibrata. Il calcio polacco negli ultimi anni ha infatti visto una crescita incredibile dei propri talenti, con molti giocatori, più o meno giovani, diventare titolari inamovibili dei club più importanti d’Europa. Il commissario tecnico potrà infatti contare in vista della competizione europea su di una formazione titolare composta quasi totalmente da calciatori esperti e con alle spalle una stagione giocata nei 5 grandi campionati del Vecchio Continente. Solo la difesa, dove comunque spicca il capitano del Torino Kamil Glik, presenta qualche convocazione sconosciuta ai più, ma pur sempre di livello.

Portieri: Artur Boruc (Bournemouth), Łukasz Fabiański (Swansea City), Wojciech Szczęsny (Roma), Przemysław Tytoń (Stuttgart).
Difensori: Thiago Cionek (Palermo), Paweł Dawidowicz (Benfica), Kamil Glik (Torino), Artur Jędrzejczyk (Legia Warszawa), Michał Pazdan (Legia Warszawa), Łukasz Piszczek (Borussia Dortmund), Maciej Rybus (Terek Grozny), Bartosz Salamon (Cagliari), Jakub Wawrzyniak (Lechia Gdańsk).
Centrocampisti: Jakub Błaszczykowski (Fiorentina), Kamil Grosicki (Rennes), Tomasz Jodłowiec (Legia Warszawa), Bartosz Kapustka (Cracovia), Grzegorz Krychowiak (Sevilla), Karol Linetty (Lech Poznań), Krzysztof Mączyński (Wisła Kraków), Sławomir Peszko (Lechia Gdańsk), Filip Starzyński (Zagłębie Lubin), Paweł Wszołek (Verona), Piotr Zieliński (Empoli).
Attaccanti: Robert Lewandowski (Bayern München), Arkadiusz Milik (Ajax), Artur Sobiech (Hannover), Mariusz Stępiński (Ruch Chorzów).

LE ASPETTATIVE- L’ottimo girone di qualificazione, concluso ad un solo punto dalla Germania prima, e le prestazioni esaltanti di Lewandowski e Milik su tutti, collocano la nazionale polacca fra le formazioni sicuramente più pericolose dell’intera competizione. Se prima infatti i biancorossi peccavano un po’ di esperienza e un po’ della mancanza di talenti affermati a livello internazionale, il 2016 potrebbe finalmente rappresentare l’anno della svolta. I presupposti per una sorpresa firmata Nawalka ci sono tutti, con un centrocampo che però dovrà trovare il giusto equilibro con il tecnico di Cracovia che ha sperimentato numerosissime soluzioni. Il Girone C tra l’altro, al di la dei tedeschi, non sembra presentare avversari di livello tale da insidiare la possibile qualificazione alla fase ad eliminazione diretta per i polacchi, ormai abituati ad affrontare a viso aperto anche le nazionali più quotate.

LA STELLA- Nonostante l’ottima stagione di Milik con l’Ajax (24 reti), la vera stella della Polonia resta sempre il capitano Robert Lewandowski. La punta di proprietà del Bayern Monaco è uno dei migliori 5 attaccanti del mondo, senza ombra di dubbio, e rappresenta la punta di diamante della formazione biancorossa, capace di trascinare l’intera squadra a una possibile scalata ad Euro 2016. Le statistiche parlano chiaro, il polacco è il capocannoniere delle fasi di qualificazioni alla competizione continentale, con ben 13 gol in 10 match. Ma a spaventare ancor di più le difese avversarie ci pensano i numeri che riguardano le sue prestazioni fra Bundesliga, DFN Pokal e Champions League, dove l’ex Borussia Dortmund ha gonfiato la rete per addirittura 42 volte. Con numeri del genere il tecnico Nawalka può sicuramente contare su di un ariete capace di colpire in qualsiasi momento e contro chiunque, dotato anche di ottime capacita tattiche, utili a far ad esempio a far guadagnare metri di campo alla squadra o a gestire un pressing efficace.

LA FORMAZIONE TIPO

Polonia (4-4-2): Szczęsny; Piszczek, Glik, Pazdan, Rybus; Błaszczykowski, Krychowiak, Zieliński, Grosicki; Milil, Lewandowski

All. Adam Nawałka

POLONIA: IL CALENDARIO DELLE PARTITE

La Polonia, essendo arrivata seconda nel girone D di qualificazione è stata inserita nel Gruppo C, insieme a Germania, Ucraina e Irlanda del Nord.

Polonia – Irlanda del Nord 12 giugno ore 18:00

Germania – Polonia 16 giugno ore 21:00

Ucraina – Polonia 21 giugno ore 18:00

SHARE