SHARE

morata

Stati d’animo diversi come era ovvio, Morata e Montolivo si presentano ai microfoni di “Rai Sport”  nel dopopartita e analizzano la finale di Coppa Italia che ha visto la vittoria della Juventus grazie al gol decisivo dello spagnolo capace di mettere in rete il primo pallone toccato. Entrambi si apprestano a vivere gli Europei ed entrambi potrebbero essere all’ultima partita con le rispettive maglie.

Morata: “Sono molto contento per questa partita e per aver segnato il gol della vittoria e della coppa, ho sognato questa partita durante la notte. I miei amici mi chiedevano se fossi partito titolare e quando gli ho risposto di no, mi hanno detto che sarei entrato e avrei segnato. Sono contento perché erano in tribuna insieme a mio papà, ma devo dedicare questo gol a mia mamma e alla mia fidanzata, anche perché da quando sto con lei ho migliorato il mio atteggiamento in campo. Il Milan ha giocato molto bene ed è stato difficile batterlo, ma alla fine ce l’abbiamo fatta ed è un altro trofeo vinto dopo il campionato. Non so se è questa l’ultima partita con la maglia della Juventus, ma ora devo pensare all’Europeo, poi si vedrà”.

Montolivo: Sicuramente ai punti avremmo meritato più noi, è un peccato aver perso questo partita. Ma a noi è mancata la zampata vincente, abbiamo creato tanto ma non siamo riusciti a segnare mentre la Juventus è stata più cinica e dobbiamo rispettare questo risultato e guardare avanti. Non ci sono dubbi che se avessimo giocato tutto l’anno con la stessa intensità di oggi, a questo punto saremmo qui a parlare di un altro campionato. Ora dobbiamo tirare le somme e valutare tutto, è ancora presto per pensare alla prossima stagione. Mi fa male il polpaccio destro, valuteremo nei prossimi giorni, adesso sono troppo deluso per pensare a questo infortunio, alla nazionale ci penserò nei prossimi giorni.

SHARE