SHARE
lucescu
Fonte: Fc Shakhtar official Twitter

Dopo ben 12 stagioni, le strade dello Shakhtar Donetsk e di Mircea Lucescu si separano. Come annunciato dal sito ufficiale del club ucraino, il tecnico rumeno non sarà più l’allenatore della squadra dalla prossima stagione.

L’annuncio è arrivato proprio nel giorno in cui Lucescu conquistava il suo ultimo trofeo con lo Shahtar, ovvero la Coppa di Ucraina. Infatti, nel pomeriggio la squadra di Donetsk ha sconfitto per 2-0 lo Zorya in finale grazie alla doppietta di Gladkiy. Con la conquista della coppa nazionale, l’ex tecnico dell’Inter ha tagliato il traguardo del ventiduesimo titolo e più precisamente ha conquistato per la settima volta la Coppa di Ucraina. A questi trofeo vanno aggiunti ben otto campionati nazionali (anche se nelle ultime due stagioni l’obiettivo non è stato raggiunto) e sette Supercoppe d’Ucraina. Ma il trofeo più importante conquistato è sicuramente la Coppa Uefa vinta nel 2009, l’unico trofeo internazionale vinto dallo Shakhtar in quella che era l’ultima edizione che portava ancora la vecchia denominazione. Lucescu ha saputo valorizzare tanti ottimi giocatori giovani, in particolar modo tantissimi giocatori brasiliani che sono stati rivenduti a cifre considerevoli. Il comunicato dello Shaktar Donetsk con cui viene sancita la separazione con il tecnico recita: “Grazie mister. Lucescu è il recordman del club come numero di presenze in panchina. Ha scritto il proprio nome in lettere d’oro nella storia del club. Lo Shakhtar gli augura ogni successo nella sua carriera. Milioni di tifosi esprimono parole di gratitudine nei suoi confronti”. Un messaggio davvero toccante quello del club di Donetsk che non può che essere molto legato a Lucescu, divenuto davvero un’istituzione per il club. Il futuro del tecnico è ancora in dubbio, chissà che non decida di tornare in Italia dove ha già allenato l’Inter in primis, ma anche Pisa, Reggiana e soprattutto Brescia dove ha vinto un campionato di serie B.

SHARE