SHARE

ventura

Tiene sempre più banco l’argomento relativo al successore di Antonio Conte sulla panchina azzurra. Nelle scorse settimane si era parlato con insistenza di Giampiero Ventura, allenatore del Torino, come possibile successore dell’ex Juventus e Siena. L’allenatore ligure sembrava essere il preferito da Tavecchio, che aveva scartato altre candidature, vedendo così in Ventura la miglior figura per guidare la Nazionale. Le voci degli ultimi giorni poi parlavano di un progetto molto ambizioso da parte del presidente della Figc che vorrebbe affiancare all’attuale allenatore del Torino il capitano della Nazionale campione del Mondo nel 2006 Fabio Cannavaro.  Puntuali, però, sono arrivate le parole di Giampiero Ventura, che in occasione della consegna del Premio Calabrese a Soriano nel Cimino (Viterbo), ha smentito le voci su un suo possibile futuro sulla panchina dell’Italia: “Fa piacere essere accostato alla Nazionale, a qualunque allenatore. Mi gratifica comunque il premio di oggi, quanto alla Nazionale concretamente non c’è niente. Parleremmo solo del nulla“. Con queste parole l’allenatore genovese ha spiegato come non ci sia ancora nulla di concreto con la Nazionale: il desiderio di guidare l’Italia è certamente il sogno di ogni allenatore ed anche Ventura ha più volte affermato che sarebbe entusiasta di poterlo fare. Per ora, però, preferisce non sbilanciarsi e si limita a smentire le voci degli ultimi giorni. Al momento dell’annuncio dell’addio di Antonio Conte Tavecchio affermò che, prima dell’inizio dei campionati europei, si sarebbe saputo il nome del nuovo allenatore azzurro. Il tempo stringe: all’inizio del torneo in Francia manca meno di un mese e a breve verrà annunciato il nuovo ct. Il nome di Ventura sembrava essere quello definitivo, ma le smentite del tecnico del Toro raffreddano un po’ la pista e costringono i tifosi azzurri ad aspettare ancora. Domani sera Antonio Conte diramerà la lista dei 30 azzurri: gli Europei sono ormai alle porte.

SHARE