SHARE

Ecco tutte le prime pagine internazionali del 22 maggio 2016.

Apriamo la rassegna stampa dalla Spagna con “As”: ‘Barcellona e Siviglia cercano il doblete. Grande accoglienza dei tifosi del Siviglia all’arrivo della squadra a Atocha”. Ecco le dichiarazioni di Luis Enrique alla vigilia della finale di Coppa del Re: “Ma mi state parlando di questa stagione o della prossima? Cioè la stagione in cui abbiamo vinto Supercoppa d’Europa, Mondiale per Club e Liga? Ditemi dove devo firmare per vincere lo stesso il prossimo anno. È l’ultima partita della stagione e io ho delle sensazioni buonissime, poi ognuno pensi ciò che vuole. Sono due partite completamente distinte. Quello di Tbilisi fu un match strano, molti dei miei giocatori scesero in campo con una sola settimana di allenamento, noi non eravamo in nessun modo al livello in cui siamo ora. Per la partita di domani io sono molto ottimista, sono convinto che vinceremo. Però il Siviglia ci farà soffrire perché è una squadra abituata alle finali e aver vinto in Europa è uno stimolo in più per loro, così per noi lo è aver vinto la Liga. Sarà senza dubbio una gran bella partita, un match che ha sempre un grande fascino, con la tifoseria divisa esattamente a metà, 90 (o 120) minuti per decidere un vincitore. Noi stiamo bene e entusiasti di giocarla”. Emery sa di non essere il favorito, ma vuole comunque provarci: “Sappiamo di non essere i favoriti, ma già giocarla, questa finale, è una soddisfazione. Abbiamo argomenti a sufficienza per impensierire il Barcellona, anche se restano i favoriti. Noi ce la giocheremo al massimo, come al solito.  Abbiamo fatto i test fisici e sappiamo che la squadra è un po’ stanca, ma sono certo che ognuno darà il massimo nella gara di domani. C’è molto affiatamento nello spogliatoio, chiunque giochi farà del suo meglio”. Il Manchester United trionfa nella Fa Cup grazie al gol di Lingard, mentre Ibrahimovic trascina il Psg  alla conquista della Coppa di Francia nella sua ultima partita con il club francese: lo svedese firma un’altra doppietta.

SHARE