SHARE

squinzi

La finale di Coppa Italia fra Juventus e Milan, conclusasi con la vittoria dei bianconeri per opera di Morata, ha fatto esultare tifosi non solo bianconeri, ma anche tutti quelli del Sassuolo. La società emiliana si è infatti qualificata alla prossima Europa League, avendo conquistato il sesto posto in Serie A. Da sempre la società neroverde ha lavorato con dedizione per raggiungere obiettivi importanti con un budget limitato ma non esiguo, il presidente Giorgio Squinzi però non è soddisfatto e punta ancora più in alto: “Siamo pronti ad adeguare il nostro organico per l’Europa League – ha detto ai microfoni di Sky Sport. sicuramente non vogliamo prendere Messi, ma dobbiamo rinforzare la rosa per una competizione importante. La Champions League? Sicuramente dopo l’Europa League sarà il nostro prossimo obiettivo. Ci si può arrivare in due modi, arrivando terzi o vincendo l’Europa League. Vediamo Di Francesco che cosa deciderà di fare”.

La favola Sassuolo, viste le premesse, sembra addirittura paragonabile, in maniera differente ed inferiore ovviamente, a quella del Leicester: “Conosciamo bene Ranieri perché ha collaborato con il nostro centro Mapei Sport, ma sappiamo che il Sassuolo può fare altrettanto bene. Per adesso non abbiamo ancora dato troppo fastidio, ma se dovessimo arrivare al livello delle big sicuramente la simpatia calerebbe un po’. Abbiamo battuto tante delle grandi squadre quest’anno, Juventus, Napoli, Inter. Questo vuol dire qualcosa sicuramente”. Ovviamente però il successo dei neroverdi pone anche l’accento sul calciomercato, con Berardi e Vrsaljko i più richiesti, su quest’ultimo il presidente ha commentato: “Parliamo di un calciatore completamente nostro. Se ce lo porteranno via sarà perché avremo una contropartita molto molto importante”; mentre su Berardi: “Non ho la più pallida idea di come finirà questa vicenda perché è fuori dal nostro controllo. Se la Juventus lo vuole, può riprenderselo perché c’è già un accordo. Se rimanesse, sarei felice perché sono un suo tifoso. Inter? Da milanista mi spiacerebbe, ma mi sembra che non abbia la forza di acquistarlo”.

SHARE