SHARE
Pantaleo Corvino - Fonte ACF Fiorentina
Pantaleo Corvino - Fonte ACF Fiorentina
Pantaleo Corvino - Fonte ACF Fiorentina
Pantaleo Corvino – Fonte ACF Fiorentina

“Il Bologna Fc 1909 comunica di aver raggiunto l’accordo con il Responsabile dell’Area Tecnica Pantaleo Corvino per la risoluzione consensuale del contratto. A Corvino va un sentito ringraziamento per il lavoro svolto, con l’augurio di ottenere le migliori fortune professionali nel prosieguo della carriera”, è di pochi minuti fa la decisione resa nota dal club emiliano sulla questione direttore sportivo. Notizia che era nell’aria già da qualche settimana, ora è arrivato il comunicato riguardo la rescissione del contratto che legava il ds ancora per un’altra annata al Bologna.

Pantaleo Corvino, dopo la rescissione con il Bologna, è libero di prendere accordi con una nuova squadra. Si è parlato anche della Fiorentina per l’uscente direttore sportivo felsineo, sarebbe un ritorno al passato per Corvino che ha già lavorato a Firenze. Della Valle e Cognigni sono attesi in città, di ritorno dalla Cina l’attenzione si sposterà sulla pianificazione delle diverse strategie per quella che sarà la prossima stagione. Intanto inizia il lavoro vero per l’amministratore delegato del club felsineo Claudio Fenucci, che andrà in cerca del nuovo direttore sportivo. I nomi nuovi per il Bologna sono Piero Ausilio dell’Inter, Carlo Osti della Sampdoria e Riccardo Bigon, ex Napoli e in questa stagione al Verona, oltre a Sabatini della Roma. Profili di spessore, ma ancora tutti legati a livello contrattuale ai propri club.

Qualche ora fa era stato proprio l’ad del Bologna ad anticipare la fine dell’accordo con Corvino ai microfoni di SkySport: “La nostra è stata una stagione positiva ed ora vogliamo continuare a crescere raggiungendo gli obiettivi che la società ha tracciato. Con Corvino non siamo in linea su alcuni aspetti della programmazione e stiamo discutendo la definizione del rapporto, quando tutto sarà al suo posto penseremo al sostituto. Con Sabatini arrivammo insieme alla Roma ed abbiamo fatto un buon lavoro per rilanciare il club, lavorare con lui è stato un piacere. Ha un contratto con la Roma fino al 2017 e non credo che i giallorossi lo vogliano liberare”.

 

SHARE