SHARE

Banega

Da qualche giorno le voci su Ever Banega e l’Inter erano diventate sempre più insistenti, sia in Italia che in Spagna, ma la conferma ufficiale non era ancora giunta. Ieri, nel dopopartita della finale di Coppa del Re che il Siviglia ha perso contro il Barcellona dopo i tempi supplementari, l’allenatore degli andalusi Emery ha confermato che l’argentino lascerà il Siviglia.

Il tecnico tre volte campione dell’Europa League saluta così il suo centrocampista: “Ho una relazione d’amore e d’odio con Ever. Gli voglio bene perché è un giocatore che ama il calcio, poi è un ragazzo che si fa voler bene. Quando ti avvicini a lui, ti mostra il suo modo di fare e intendere calcio, che è quello che ha mostrato qui a Siviglia”. Infine svela il retroscena che farà più che felici i tifosi dell’Inter: “Banega ha versato qualche lacrima nello spogliatoio perché se ne va“. Banega, che ieri ha concluso la sua esperienza al Siviglia con un’espulsione per fallo da ultimo uomo, si accaserà alla corte di Roberto Mancini a parametro zero a causa del suo contratto in scadenza. Nei due anni con il Siviglia, ha conquistato due Europa League, ma il suo palmares è arricchito da una Coppa del Re vinta con il Siviglia nel 2008 e una Copa Libertadores vinta l’anno precedente con il Boca Juniors. L’acquisto del centrocampista argentino è una manna dal cielo per l’Inter, che quest’anno ha mostrato più volte di essere carente a livello di qualità in mezzo al campo e che spesso si è dovuta affidare esclusivamente a mediani che non fanno della loro caratteristica principale la costruzione di gioco. Banega ha ricoperto vari ruoli nel corso della sua carriera: ha iniziato da regista, ma ultimamente era stato avanzato nel ruolo di trequartista; toccherà a Mancini deciderà in quale zona del campo inserirlo anche se chiaramente si tratta di un giocatore libero di spaziare su tutti i fronti grazie ai suoi piedi buoni e alla sua classe innata.

SHARE