SHARE
fenucci
Fonte: Bologna Fc Official Twitter

Dopo una stagione più che positiva, il Bologna si aspetta a vivere un altro anno da protagonista in serie A. Le tanti voci su Roberto Donadoni, per il quale si parlava da tempo di un suo ritorno alla nazionale azzurra, sono finalmente evaporate e il club felsineo è già a lavoro per preparare il prossimo campionato. La testimonianza, in tal senso, è quella dell’ad del club Claudio Fenucci che è intervenuto ai microfoni di “Sky Sport” dopo la consegna del premio “Pietro Calabrese”.

Fenucci fa il punto sul campionato appena concluso: “La nostra è stata una stagione positiva, ora vogliamo continuare a crescere e raggiungere gli obiettivi che la società ha tracciato”. L’amministratore delegato del Bologna torna sul caso Corvino, con il quale i rapporti sono tesi ormai da diversi mesi: “Non siamo in linea con diversi aspetti della programmazione e quindi stiamo trattando per la definizione del rapporto, quindi quando lui se ne andrà penseremo a trovare un sostituto. Sabatini è sicuramente un nome interessante ed è un ottimo dirigente, ho lavorato con lui alla Roma e siamo riusciti a rilanciare il club ma non credo che il club giallorosso lo lasci andare dato che ha un contratto fino al 2017″. Dal mercato dei dirigenti a quello dei giocatori, il passo è breve e Fenucci non nasconde offerte importanti che sono arrivate per alcuni dei migliori giocatori rossoblu di questa stagione, in particolare i più giovani fra cui Diawara: “Partiamo dalla premessa che il Bologna non ha alcuna intenzione di vendere e non ne ha bisogno, e questo vale sia per Diawara che per tutti gli altri elementi della rosa considerando che abbiamo già pianificato le risorse per il prossimo anno. Tuttavia bisogna essere onesti e dire che nessuno è incedibile nel caso in cui arriveranno delle offerte molto importanti”.

SHARE