SHARE

jovetic

Stevan Jovetic si racconta ai microfoni del quotidiano montenegrino “Blic” in cui parla a ruota libera della sua prima stagione in maglia nerazzurra dopo il ritorno in Italia, degli obiettivi prefissati e poi non raggiunti e soprattutto del futuro che lo aspetta. Negli ultimi giorni diverse voci di mercato si sono abbattute sul montenegrino, in particolare quelle secondo cui la sua ex squadra, la Fiorentina vorrebbe riabbracciarlo, anche se lui smentisce. La prima stagione di Jovetic all’Inter è stata piuttosto altalenante e alla fine si è conclusa con 6 gol in campionato più uno in Coppa Italia.

Jovetic non ritiene la stagione appena conclusa totalmente deludente: “Sono abbastanza soddisfatto della stagione dell’Inter. All’inizio ho giocato molto e ho anche segnato parecchio, poi però sono finito in panchina e ho cominciato a non giocare più. Purtroppo questo fa parte del calcio e lo devo accettare”. Però la squadra nerazzurra non è riuscita a centrare la qualificazione alla Champions League, che era l’obiettivo dichiarato ad inizio stagione, e il giocatore montenegrino è molto deluso per questo: “Pensavamo di poter arrivare terzi, dopo la prima parte del campionato anche qualcosa in più, poi abbiamo perso un sacco di punti a gennaio e febbraio specialmente nelle gare in casa. Abbiamo pagato quel calo, altrimenti saremmo stati davvero competitivi per la lotta alla Champions League”.

Jovetic è più che determinato sul proprio futuro: “Io non ho dubbi, resterò all’Inter con cui ho un contratto di tre anni. Voglio restare a Milano anche perché la Serie A mi piace di più della Premier League e quando ci gioco mi diverto molto”. Lo sguardo è rivolto all’anno prossimo, come confermato dallo stesso ex attaccante del Manchester City: “La prossima stagione andrà meglio, sarò più forte perché avrò l’occasione di dimostrare il mio valore in campo, sfrutterò tutte le mie qualità al meglio”.

SHARE