SHARE
Jordi Alba, Messi e Neymar - Barcellona-Siviglia Coppa del Re
Jordi Alba, Messi e Neymar - Barcellona-Siviglia Coppa del Re
Jordi Alba, Messi e Neymar - Barcellona-Siviglia Coppa del Re
Jordi Alba, Messi e Neymar – Barcellona-Siviglia Coppa del Re

Con l’arrivo delle state impazzano le notizie di calciomercato, ma l’indiscrezione lanciata dal quotidiano francese Le Parisien potrebbe rivelarsi una vera e propria “bomba”. A quanto pare infatti il cinque volte pallone d’oro Lionel Messi avrebbe comprato una lussuosissima casa a Parigi. Entrando nello specifico, Messi avrebbe acquistato un appartamento da ben 350 metri quadri, completo di sei stanze, terrazza con vista, palestra e sala cinema private nel quartiere di Montmorency. L’argentino doverebbe addirittura il vicino di casa del brasiliano Thiago Silva.

Questo acquisto potrebbe clamorosamente riaccendere le voci di un possibile approvo del talento argentino al PSG. Il proprietario Al Khelaifi tra l’altro non ha mai nascosto la sua ammirazione per il numero 10 del Barcellona, proponendo anche di acquistarne il cartellino pagando la clausola rescissoria da ben 250 milioni di euro. Seppur l’ipotesi sembrerebbe piuttosto irrealizzabile con gli sceicchi “parigini” c’è ben poco da scherzare, anche se l’obiettivo principale della campagna acquisti francese dovrebbe essere lo juventino Alvaro Morata. Lo spagnolo dovrebbe infatti essere l’erede al centro dell’attacco di Ibrahimovic, molto vicino al Manchester United insieme a Mourinho, ma prima ci sarebbe da risolvere la questione Real Madrid, che potrebbe esercitare il famoso diritto di “recompra” sulla punta.

Nel frattempo però la dirigenza del PSG ha deciso di “far fuori” Salvatore Sirigu, portiere acquistato dal Palermo alcune stagioni fa e sempre più messo ai margini del progetto francese dall’arrivo di Kevin Trapp, così come dichiarato da Sirigu in persona: “Il club ha voluto farmi fuori non appena sono tornato dalle vacanze per lavorare col gruppo, lo so. Non sono mai stato messo in condizione di giocarmi il posto con Kevin Trapp, questa è stata la delusione maggiore. Il problema non è stato il non giocare, è stato non essere preso nemmeno in considerazione.”

 

SHARE