SHARE
Montolivo sfida Mandzukic in campo - FOTO: acmilan.com
Montolivo sfida Mandzukic in campo - FOTO: acmilan.com
Montolivo sfida Mandzukic in campo – FOTO: acmilan.com

Rinnovi importanti in casa Milan: il capitano Riccardo Montolivo e i terzini Davide Calabria e Luca Antonelli faranno parte della squadra almeno fino al 2019.

Il Milan ha concluso la sua stagione con una sconfitta contro la Juventus nella finale di Coppa Italia: per il terzo anno consecutivo, dunque, al termine di tutto i rossoneri resteranno fuori dall’Europa , con la magra consolazione di poter giocare la Supercoppa Italiana nella prossima stagione sempre contro la Juventus. La società non ha ancora chiaramente in mano il futuro, sia per quanto riguarda il progetto tecnico che quello dirigenziale. Proprio stamattina, però, i rossoneri hanno voluto porre dei piccoli tasselli verso il futuro.

Il sito ufficiale del Milan ha infatti annunciato, con uno scarno comunicato ufficiale, i rinnovi di tre calciatori della rosa: “AC Milan comunica di aver prolungato al 30 giugno 2019 i contratti economici di Luca Antonelli, Davide Calabria e Riccardo Montolivo“. Rinnovi che, almeno in parte, faranno certamente discutere. Questo perché se gli accordi con Antonelli e Calabria possono rappresentare un punto a favore della società, per molti non sarà lo stesso volgendo lo sguardo alla situazione di Montolivo: l’attuale capitano rossonero è infatti da sempre raggiunto da giudizi polarizzati e divisi, con un partito dei favorevoli ed uno dei contrari. Il numero 18 del Milan è stato, secondo statistiche, uno dei migliori calciatori rossoneri del campionato e della finale di Coppa Italia ma nemmeno questo sembra bastare per convincere alcuni delle sue buone qualità.

Tutti gli accordi, come visto, hanno scadenza triennale. Il Milan ha dunque messo in cascina tre conferme fondamentali in attesa di capire come si svolgerà il percorso per la prossima stagione: tra la conferma di Brocchi e un possibile nuovo ingaggio per la guida tecnica e i vari dubbi di vendita per la società, non tutto sembra essere in questo momento molto chiaro.

SHARE