SHARE

allegri

Il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri, in occasione della presentazione del rinnovo triennale di sponsorizzazione con Samsung a Milano, ha parlato ai microfoni dei cronisti presenti, soffermandosi sulla questione Morata e sulle voci di una possibile partenza del giovane attaccante spagnolo. Queste le parole dell’allenatore bianconero, che non nasconde di aver già parlato con Morata per convincerlo a restare a Torino: “La Juventus è l’ambiente ideale per Morata per crescere. L’ho detto chiaramente anche ad Alvaro, lui ha annuito. Speriamo abbia capito – (ride). Morata ha bisogno di stare ancora alla Juve perché questo è uno dei club più importanti al mondo. Alvaro deve crescere dal punto di vista dell’equilibrio e della forza, ha ancora 23 anni. Alla Juve è cresciuto, ma deve farlo ancora tanto. E’ l’ambiente ideale. Lui non è ancora al livello dei più grandi, stando qui potrà raggiungerlo. La società sta facendo mercato e sta vigilando sulle alternative, ma abbiamo un parco attaccanti giovane. Prima della finale di Coppa Italia mi sono fermato a guardare i tavoli a cena: abbiamo dieci ragazzi nati negli anni 90 e dieci più anzianotti. E’ un buon mix. E’ normale che i giovani devono migliorare a livello mentale”.

“Nel calcio si può vincere anche senza meritare, il mio credo è quello di avere pazienza, calma ed equilibrio. Ad ottobre era più facile che lo vincesse il Leicester il campionato. Dopo la sconfitta di Roma qualcuno mi fece notare che la Juve non aveva mai perso le prime due partite, risposi che magari avremmo vinto lo Scudetto. Così è stato e questo dimostra che l’importante è affrontare gli impegni con la convinzione che tutto sia possibile. Il campionato deve essere sempre l’obiettivo. La Juventus ha il dovere di cercare di vincere il sesto titolo, sarebbe una cosa straordinaria. Dopo le competizioni estive i ragazzi potranno riposare e quest’anno faremo una preparazione del tutto diversa. In Champions l’obiettivo è di passare il girone, poi sono tutte partite secche”.

SHARE