Non solo Higuain, c’è un altro record per il Napoli di Sarri

Non solo Higuain, c’è un altro record per il Napoli di Sarri

Gonzalo Higuain, Napoli - Tutti i voti 10 della Gazzetta dello Sport

Gonzalo Higuain, Napoli – Tutti i voti 10 della Gazzetta dello Sport

Quella del turnover, in Italia, è una questione annosa. Da quando il calendario fitto di impegni costringe gli allenatori a far rifiatare ciclicamente i propri calciatori, ci si interroga su quale siano le giuste modalità di rotazione. Se c’è una piazza in cui il turnover è questione ancor più spinosa, è senza dubbio quella di Napoli. Negli ultimi anni i tifosi degli azzurri hanno visto sulla panchina della propria squadra del cuore allenatori profondamente diversi nell’approccio alla pratica del turnover. Da quello estremo di Walter Mazzarri a quello scientifico di Rafa Benitez, fino ad arrivare a quello quasi del tutto assente di Maurizio Sarri. Risultati alla mano, la scelta dell’ex allenatore dell’Empoli sembra la più adatta, nonostante non abbia portato al tricolore. A consolare almeno in parte i tifosi partenopei ci sono i tanti primati storici conquistati da Higuain e compagni, a cominciare dal record i marcature in Serie A, passando per i dati riguardanti i gol fatti, quelli subiti ed i punti totalizzati al termine del campionato.

Tra i tanti record battuti dal Napoli in questa stagione, uno è passato quasi del tutto inosservato. Secondo quanto riporta il giornalista Giorgio Sigon sul proprio blog infatti, Maurizio Sarri è titolare di un record assoluto in Serie A, ovvero quello del maggior numero di giocatori schierati per oltre 2500 minuti in stagione. Sono ben 11 infatti i calciatori azzurri che hanno calcato il campo per l’equivalente di almeno 27-28 partite intere, tre in più rispetto alla Roma, seconda in questa particolare classifica. Per Sarri non si tratta di una singolarità, ma di un vero e proprio credo calcistico: lo scorso anno infatti portò l’Empoli in vetta a questa particolare classifica, seppur a pari merito con la Sampdoria a quota 7 giocatori. Prima di questa stagione nessuno aveva mai raggiunto la doppia cifra per quanto riguarda i giocatori con almeno 2500 minuti nelle gambe. Negli ultimi 5 anni si era arrivati massimo a quota 8, con il Catania che curiosamente concluse in vetta alla graduatoria per due stagioni consecutive salvo poi far segnare un incredibile zero in occasione dell’ultimo anno in Serie A.

Per quanto riguarda la stagione appena terminata, da sottolineare il secondo posto della Roma, a quota 8 giocatori ed il terzo del Sassuolo con 7. I neroverdi, in aggiunta, sono la prima squadra per quanto riguarda i giocatori con almeno 3000 minuti disputati, ben cinque, uno in più del Napoli. Dando uno sguardo al fondo della lista, non sorprendono i nomi delle ultime squadre in graduatoria. In primis il Verona, che già nel baratro a metà stagione ha cambiato spesso e volentieri modulo e uomini, dando tanto spazio ai giovani. Ma anche la Lazio, ferma a quota 2 come gli scaligeri e fortemente condizionata dai ripetuti infortuni oltre che dai tentativi di Pioli di raddrizzare un’annata deludente. Spazio anche per le genovesi, entrambe a quota 3: la Sampdoria per via dei numerosi esperimenti tattici di Montella, il Genoa come sempre paga i tanti stravolgimenti della rosa tra una sessione di mercato e l’altra. Non è ai piani alti la Juventus, che per il secondo anno consecutivo si ferma a 4 giocatori oltre i 2500 minuti. Le voci sulla preparazione atletica rivedibile di Allegri e del suo staff, forse non sono poi del tutto infondate. Per i bianconeri lo stesso numero dell’Inter, tanto discussa per le infinite rotazioni di Roberto Mancini, a lungo criticato per la mancanza di continuità data a modulo e interpreti. Uno scalino più in su si posizionano Milan e Fiorentina: per i rossoneri il numero sarebbe potuto essere più alto se Mihajlovic avesse trovato più in fretta il bandolo della matassa, mentre dal dato riguardante i viola si evince che anche l’estroso Paulo Sousa ha uno zoccolo duro da cui poter ripartire la prossima stagione.

Fonte - Telegram il_finnico
Fonte – Telegram il_finnico