Bayern Monaco, Lahm saluta Guardiola e accoglie Ancelotti

Bayern Monaco, Lahm saluta Guardiola e accoglie Ancelotti

Philipp Lahm - Fonte: Twitter @philipplahm
Philipp Lahm – Fonte: Twitter @philipplahm

Euro 2016 è alle porte e tra le grandi favorite c’è ovviamente la Germania campione del mondo in carica. Per la prima volta dopo tanti anni, il capitano Philipp Lahm non sarà in campo con la propria Nazionale ma seguirà i suoi ex compagni di squadra dal divano di casa: “Sono un tifoso, mi godrò gli Europei da un altro punto di vista. Non vedo l’ora di farlo: un barbecue, una buona birra e dita incrociate per la Nazionale “. Intervistato dal sito ufficiale del Bayern Monaco, Lahm ha commentato anche i tre anni passati con Guardiola e l’attesa per il nuovo mister, Carlo Ancelotti.

SU GUARDIOLA – “Ci ha portato a un altro livello in termini di tattica. Abbiamo giocato con una difesa a tre, una difesa a quattro, una difesa a cinque. Non è così scontato che una squadra giochi contro la Juventus, negli ottavi di finale di Champions League, senza un difensore centrale di ruolo e che i giocatori chiamati a ricoprire quel ruolo facciano così bene.  La posizione deve essere definita, devi lavorarci tanto in allenamento. Questo è certamente uno dei meriti del mister. Per il resto, ha vinto tre titoli di Germania di fila. Anche questo non è una cosa da dare per scontata.”

SU ANCELOTTI – “Prendo le cose come arrivano. Lui è un allenatore esperto, di altissimo livello internazionale e che ha vinto la Champions League più di una volta.
Non vedo l’ora. Ho lavorato con molti grandi allenatori e ora avrò la possibilità di farlo con un altro. È una cosa molto bella. Uno degli avvenimenti più importanti, verso la fine della mia carriera. ”

SUL FUTURO – “Mi piacerebbe vincere ancora una volta la Champions League. Ma se questo non dovesse succedere, non c’è nulla che io possa fare al riguardo. Io guardo sempre indietro, alla mia carriera e penso che sia stata divertente.  Ho vissuto grandissimi momenti, ma ho ancora del tempo per tornare a farlo. ”