Rassegna stampa Italia – Milan-Ibrahimovic, c’è la trattativa

Rassegna stampa Italia – Milan-Ibrahimovic, c’è la trattativa

Edicola mattutina maidirecalcio.com: la rassegna stampa dei maggiori quotidiani sportivi nazionali di venerdì 27 maggio 2016.

Apriamo la nostra rassegna stampa della mattina con la Gazzetta dello Sport, che apre in prima pagina con “Milan-Ibra, la trattativa c’è. I soci cinesi sono la chiave per convincere lo svedese che ammette ‘L’Italia è la mia seconda casa. Ho deciso, devo spingere solo il bottone’. Il nuovo del Manchester United sarà Mourinho: ‘Oggi l’annuncio. Mourinho-United, arriva la firma. 59 milioni in 3 anni’. Il calciomercato entra nel vivo: ‘Alves a un passo, Mascherano nì. Ma così la Juve punta in alto’. Il Corriere dello Sport, invece, parla dei possibili acquisti della Juventus: ‘Juve senza freni. Stretta per i due assi del Barcellona, fatta per Berardi. Marotta conferma “Mascherano e Dani Alves fanno la differenza”. Il brasiliano a un passo, l’agente ‘Sì, trattiamo’. Allegri ‘Preso? Oui’, pressing sull’argentino”. Invece per quanto riguarda le uscite “Evra e Morata, in arrivo anche il rinnovo per il difensore francese. Ecco il piano dell’a.d. bianconero per trattenere lo spagnolo”. Vicinissimo l’accordo dell’Inter con il gruppo cinese ‘Thohir-Suning, ci siamo “Investiamo sull’Inter”‘. Infine, Tuttosport apre in prima pagina “Juve, ballo in Mascherano. Mentre per Dani Alves siamo ai dettagli, i bianconeri e l’argentino (che hanno già l’intesa) definiscono la strategia per convincere il Barcellona. Marotta ‘Non confermo e non smentisco, ma sono due grandi giocatori'”. Le prime mosse di Mihajlovic, appena arrivato a Torino: ‘Toro, Mati Fernandez e non solo”. Premiato Marotta ad Amalfi: “Il nostro reparto offensivo dà garanzie anche per il futuro, l’unica incognita è Morata. Solo in quel caso valuteremo altri investimenti. Berardi grande talento, con il Sassuolo c’è un impegno verbale, abbiamo un diritto di prelazione morale e credo che andremo a definire questa operazione. Morata è un talento che sta diventando un campione, ha vissuto una crescita importante, da parte nostra ci sarà ogni tentativo per farlo rimanere a Torino. Il diritto di recompra è una spada di Damocle, ci incontreremo con il Real Madrid dopo la Champions”.