SHARE
Antonio Conte, Commissario Tecnico Nazionale Italiana
Antonio Conte, Commissario Tecnico Nazionale Italiana
Antonio Conte, Commissario Tecnico Nazionale Italiana
Antonio Conte, Commissario Tecnico Nazionale Italiana

Antonio Conte prova 17 uomini nel corso di Italia-Scozia. La vittoria addolcisce una prova che può accontentare solo in parte il CT che recrimina: “Brutto campo, non ci ha aiutato”.

Italia-Scozia finisce 1-0. Conte ringrazia Pellé e si mette in tasca la prima vittoria del 2016, sebbene in amichevole. Match contraddistinto dalle pochissime emozioni, atmosfera umida e squadre in rodaggio, alla fine a rimetterci è stato il gioco e lo spettacolo. L’Italia ritrova il suo cinismo da “altri tempi” ma dimostra di essere ancora indietro per quanto concerne la condizione atletica.

CONTE E L’ITALIA Queste le battute di Antonio Conte ai microfoni di Rai Sport nell’immediato postpartita di Italia-Scozia, terminata con la vittoria azzurra per 1-0 siglato da Pellé al 57′: “Soddisfatto di stasera, ci abbiamo messo molto impegno. Il campo non ci ha aiutato stasera, era in pessime condizioni. Noi stiamo lavorando bene, bisogna proseguire. Mi piace la voglia dei ragazzi, c’è comunque ancora da lavorare. Sappiamo che c’è avanti a noi un percorso ancora lungo e difficile. L’importante è che lo sappiamo. Iniziamo a pensare che stasera non abbiamo preso gol, che non ci hanno tirato in porta e che siamo tornati alla vittoria. Pensiamo alle cose positive – ha chiosato poi Conte, leggermente stizzito – I prossimi impegni? Iniziamo a pensare che stasera non abbiamo preso gol e siamo tornati alla vittoria”.

Anche il match winner, Graziano Pellé, si è concesso alle telecamere: “Ho fatto gol alla mia prima in nazionale qui, quindi sì Malta mi porta fortuna. Sono contento per il gol. A me non piace trovare delle scuse ma abbiamo lavorato tanto, ci è mancata brillantezza, per il gioco si può far meglio, C’è la testa giusta, vogliamo essere positivi e quando la brillantezza arriverà dobbiamo essere pronti. Il mister pretende sempre tanto da noi, sempre il massimo, chiede sempre il 100%. Sapevamo che dovevamo fare di più nel secondo tempo, avevamo voglia di rientrare subito, dobbiamo lavorare duro per cercare di esprimere il calcio migliore. Stiamo lavorando tantissimo sia a livello tattico che fisico, sappiamo dove vogliamo arrivare ma le parole non contano, contano soli fatti e stiamo lavorando per fare il più possibile”.

(fonte Rai Sport)

Stefano Mastini 

SHARE