SHARE

Alcuni giocatori, che nel corso del tempo hanno evidenziato qualità tecniche, tattiche o umane rilevanti, sono ovviamente stimatissimi sia dai propri tifosi che dagli appassionati di calcio in generale. Purtroppo non tutti condividono questo destino: quante volte vi sarà capitato di non apprezzare particolarmente un giocatore per via di alcuni suoi difetti caratteriali o per un atteggiamento non corretto nei confronti degli avversari? Nel calcio di oggi sono moltissimi i calciatori non amati: ne abbiamo scelti nove.

I nove calciatori più odiati

Robben in volo... - FOTO: Getty Images
Robben in volo… – FOTO: Getty Images

9. ARJEN ROBBEN

Potrebbe sorprendere vedere l’olandese Arjen Robben in questa classifica, ma a “consolarci” sul perché sia qui interviene immediatamente in aiuto il suo soprannome: il calciatore del Bayern Monaco viene infatti chiamato “L’olandese volante” per via della sua tendenza a cadere a terra troppo facilmente durante i contrasti, con l’intenzione di accentuare anche interventi non clamorosamente fallosi effettuati dagli avversari. Memorabile quando, durante una partita ai Mondiali contro il Messico nel 2014, i giocatori gli diedero addosso in maniera veemente.

Materazzi dà indicazioni ai suoi - FOTO: account ufficiale Facebook Marco Materazzi
Materazzi dà indicazioni ai suoi – FOTO: account ufficiale Facebook Marco Materazzi

8. MARCO MATERAZZI

Nella sua carriera Marco Materazzi ne ha fatte arrabbiare di persone: l’ex difensore italiano ha sempre avuto la fama di difensore rude e persona molto schietta, come testimoniano anche molti suoi atteggiamenti. Di lui si ricordano, per esempio, i falli gravissimi su Shevchenko durante molti derby, l’esultanza con la maschera di Berlusconi dopo una vittoria nella stracittadina, i litigi con Benitez ma soprattutto la famosa testata ricevuta da Zidane nella finale Mondiale del 2006.

MONDIALE 2006: LA VITTORIA PIU’ DOLCE

Emmanuel Adebayor - FOTO: account ufficiale Facebook Emmanuel Adebayor
Emmanuel Adebayor – FOTO: account ufficiale Facebook Emmanuel Adebayor

7. EMMANUEL ADEBAYOR

Non esattamente un esempio di fedeltà calcistica, Adebayor ha giocato in ben tre squadre con una rivalità molto accesa tra loro, ovvero Arsenal, Manchester City e Tottenham. Da ricordare una sua esultanza dopo una rete segnata ai Gunners con la maglia dei Citizens: il calciatore andò dopo la marcatura nella parte opposta del campo, dove erano presenti i supporters dell’Arsenal, per esultare provocatoriamente. Piovve di tutto sul terreno di gioco, inutile dirlo.

Joey Barton - FOTO: account ufficiale Facebook Joey Barton
Joey Barton – FOTO: account ufficiale Facebook Joey Barton

6. JOEY BARTON

Impossibile non inserire in questa classifica l’ex centrocampista inglese di Marsiglia, Manchester City e QPR. Il materiale è enorme: risse con i compagni di squadra e con gli avversari, tweet al veleno contro Thiago Silva, falli criminali in campo e chi più ne ha più ne metta. Sicuramente uno dei giocatori meno amati della sua generazione, Barton ne ha combinate realmente di cotte e di crude nella sua carriera.

LA STORIA DI JOEY BARTON: THE REAL BAD BOY

Ashley Young - FOTO: account ufficiale Facebook Ashley Young
Ashley Young – FOTO: account ufficiale Facebook Ashley Young

5. ASHLEY YOUNG

Esterno d’attacco del Manchester United, Ashley Young è un giocatore più che discreto ma ha attirato su di sé le ire di tutta l’Inghilterra a causa della sua fin troppo marcata abitudine a simulare. Nella Premier League un gesto del genere viene considerato peggiore di un fallo cattivo: non a caso, durante le partite del Manchester United che si svolgono fuori casa, il calciatore viene subissato di fischi dal pubblico avversario.

Su16_FB_CR7_CRonaldo_Action_Desktop_53076

4. CRISTIANO RONALDO

Un giocatore che da sempre fa discutere: il portoghese viene deriso in molti stadi spagnoli ed europei con cori inneggianti al suo rivale di sempre, Lionel Messi. A parte questo, Ronaldo è apparso spesso tracotante nelle dichiarazioni fuori dal campo ed è molto criticato per le troppe irritanti finte che mette a segno nei confronti degli avversari, apparentemente più per bearsi delle sue qualità che per una reale necessità.

conte-chelsea-diego-costa

3. DIEGO COSTA

Attaccante favoloso nelle scorse stagioni, quest’anno Diego Costa ha giocato un’annata assolutamente sottotono, così come tutto il Chelsea. La punta è principalmente poco amata per due motivi: il primo riguarda l’atteggiamento fin troppo rissoso in campo, con non rari episodi dubbi e squalifiche. Il secondo, ovviamente, concerne il cambio di nazionalità: i tifosi brasiliani sono ormai totalmente invisi a Diego Costa dopo che il giocatore ha scelto la Spagna a partire dal Mondiale 2014. Una scelta che, peraltro, sembra essersi rivoltata immediatamente contro il giocatore.

fonte foto: twitter Premium Sport
fonte foto: twitter Premium Sport

2. PEPE

Secondo molti Pepe, difensore del Real Madrid, è l’emblema della scorrettezza che vige nel mondo del calcio: il difensore portoghese viene individuato infatti come il prototipo del calciatore non corretto. Falli intenzionali, pestaggi senza senso, provocazioni continue, simulazioni vergognose come quella avvenuta nella finale di Champions League contro l’Atletico. Incredibile che ci sia qualcuno davanti a lui in questa classifica…

Diouf protesta contro l'arbitro - FOTO: Getty Images
Diouf protesta contro l’arbitro – FOTO: Getty Images

1. EL HADJI DIOUF

…O forse non troppo, perché El Hadji Diouf, campione senegalese che viene considerato trai i più forti giocatori africani di sempre, è uno dei calciatori più arroganti e irrispettosi che abbiano mai calcato un campo da gioco. Addirittura Diouf arrivò a sputare ad alcuni tifosi che contestavano le sue prestazioni. Celebre fu anche una litigata con Steven Gerrard, con l’inglese che dopo alcune folli dichiarazioni nei suoi riguardi disse chiaramente di non rispettare minimamente il senegalese. E dire che, in una puntata di Stelle Cadenti Mondiali, ne avevamo parlato anche bene. Nella classifica dei calciatori più odiati vince lui!

LA CARRIERA DI EL HADJI DIOUF: UN TALENTO SPRECATO

SHARE