Pisa-Foggia, Fares: “No servizio d’ordine, dirigenti costretti in curva”

Fares ai microfoni Rai Sport nell'intervallo di Pisa-Foggia
Fares ai microfoni Rai Sport nell’intervallo di Pisa-Foggia

Pisa-Foggia finisce 4-2. Il presidente Lucio Fares duro ai microfoni di Rai Sport: “Accoglienza difficile, niente servizio d’ordine, noi dirigenti costretti a recarci in curva”.

Non è stato un pomeriggio facile per il Foggia Calcio di Lucio Fares. La formazione pugliese è uscita sconfitta dal campo del Pisa con il pesante passivo di 4-2. A fare però scalpore sono le dichiarazioni del numero uno dei rossoneri rese nell’intervallo ai microfoni di Rai Sport: “Come mai siamo in curva? Mi dispiace aprire questa polemica ma purtroppo l’accoglienza non è stata delle migliori: noi dirigenti siamo stati costretti a recarci in curva perché è mancato totalmente il servizio d’ordine, sia quello interno della società pisana sia quello delle forze dell’ordine. Stiamo comunque bene dove stiamo, in mezzo ai nostri tifosi”.

Fares ha poi aggiunto sul parziale del primo tempo “I ragazzi hanno dimostrato di avere una determinazione unica. Andare sotto di due gol in un quarto d’ora avrebbe tramortito chiunque, soprattutto in condizioni ambientali difficili e contro una squadra ostica come il Pisa. Dopo il 2-0 un po’ di sconforto c’è stato ma in curva ho detto a chi era vicino a me di mantenere la calma perché sapevo che potevamo riaprire la gara giocando come sappiamo”.

PISA-FOGGIA Sempre Fares ha detto la sua al termine della gara dell’Arena Garibaldi: “Nel primo quarto d’ora ha prevalso il nervosismo, come ribadisco spesso noi siamo una squadra che deve sempre giocare con serenità e tranquillità. L’inizio gara è stato massacrante ma nonostante le difficoltà siamo stati bravi a rimontare e non tutti ci sarebbero riusciti. La squadra sul 2-2 ha cercato di addormentare la partita, anche perché il Pisa è entrato bene nel secondo tempo. A un certo punto ci siamo anche riusciti, poi un rimpallo ci ha sfavoriti in occasione del 3-2. La partita a quel punto ci è sfuggita di mano ed è arrivato il 4-2 su rugore. Loro sono entrati in campo con il piglio giusto nella ripresa, dunque complimenti al Pisa, ma sono stati anche aiutati da quel rimpallo. Obiettivamente è un risultato pesante ma noi siamo fiduciosi. I nostri ragazzi saranno sospinti da una città e da uno stadio intero per ribaltare il risultato. Serve una partita ‘unica’. Le squalifiche di Loiacono e Narciso? Il tecnico ci ha abituato a sopperire alle assenze e a impostare la squadra nel migliore dei modi”.

(fonte foggiasport24)

Stefano Mastini 

Copyright Image: ABContents