Clamorosa gaffe in Copa America, per l’Uruguay suona l’inno cileno!

Clamorosa gaffe in Copa America, per l’Uruguay suona l’inno cileno!

Diego Godin, FOTO @Twitter @Uruguay
Diego Godin, FOTO @Twitter @Uruguay

Gaffe clamorosa prima dell’inizio di Messico-Uruguay di Copa America: l’inno cileno viene suonato al posto di quello uruguaiano. Federazione infuriata.

Glendale, Arizona, University of Phoenix Stadium. Si gioca Messico-Uruguay, partita valida per il primo turno della fase a gironi della Copa America, gruppo C. I giocatori entrano in campo e si dispongono per il rituale dell’inno nazionale. Parte la musica e…giocatori impietriti. Già, perchè a partire non è l’inno dell’Uruguay, bensì quello del Cile. Clamorosa gaffe organizzativa e figuraccia a livello mondiale.

Le facce turbate e imbarazzate di Alvaro Pereira, Godin, Muslera e gli altri compagni fanno il giro del mondo e fanno ridere milioni di persone. L’episodio non ha fatto sorridere però l’AUF, la federcalcio uruguaiana, che ha emesso un duro comunicato in cui condanna pesantemente l’accaduto e attacca gli organizzatori dell’evento. Lo sbaglio è stato recepito dai vertici della Celeste come un insulto alla storia e alla tradizione della nazionale due volte campione del mondo nonché come una mancanza di rispetto verso giocatori e tifosi che non hanno potuto intonare il proprio canto nazionale. L’augurio dell’AUF è che la gaffe rimanga circoscritta a questa situazione e che non si ripeta mai più qualcosa di simile. Puntuali sono arrivate le scuse della CONMEBOL, la federazione calcistica sudamericana, che ha sottolineato l’umanità di questo errore e ha garantito che mai più si verificherà uno sbaglio simile. Comunque la partita inizia e la serata per l’Uruguay non migliora affatto: l’autogol di Pereira mette subito in salita il cammino della Celeste, l’espulsione di Vecino la complica ancora di più. Ci pensano poi le reti di Herrera e Marquez a stendere l’Uruguay, che aveva addirittura raggiunto il pareggio con Godin. I ragazzi di Tabarez mettono in campo un gioco troppo brutto per poterlo giustificare semplicemente col nervosismo o la sfortuna.

Oltre il danno anche la beffa quindi per l’Uruguay, che apre nel modo più brutto possibile la sua avventura in Copa America in una serata in cui accade di tutto e di più.

https://www.youtube.com/watch?v=RVjqfb6vwb0&feature=youtu.be