Uruguay-Venezuela, le probabili formazioni: dubbio Suarez per Tabarez

Uruguay-Venezuela, le probabili formazioni: dubbio Suarez per Tabarez

Diego Godin, FOTO @Twitter @Uruguay
Diego Godin, FOTO @Twitter @Uruguay

Al Lincoln Financial Field di Philadelphia andrà in scena Uruguay-Venezuela, gara valevole per il secondo turno del gruppo C della Copa America 2016.

La Nazionale di Tabarez è reduce dal brutto k.o nel match d’esordio contro il Messico che ne ha subito complicato il cammino verso gli ottavi di finale. Il Venezuela ha invece battuto senza troppi patemi la Giamaica, ritrovandosi dunque con un primo “match point” per centrare la qualificazione alla fase successiva. Per questa sfida fondamentale Tabarez dovrebbe recuperare Luis Suarez, che andrebbe così a farre coppia con Edinson Cavani. Qualora la stella del Barcellona dovesse dare ancora forfait, al suo posto il principale candidato per una maglia da titolare è Lodeiro.
Dudamel dovrebbe invece affidarsi al 4-2-3-1, con gli “italiani” Rincon e Martinez certi di un posto nell’undici iniziale. L’attaccante del Torino, a segno nel match d’esordio contro la Giamaica, agirà da supporto al bomber Rondon.

LE PROBABILI FORMAZIONI DI URUGUAY-VENEZUELA (fischio d’inizio 1.30 ora italiana)

URUGUAY (4-4-2): Muslera; M. Pereira, Godin, Gimenez, A. Pereira; Sanchez, Laxalt, Arevalo Rios, Rolan; Cavani, Suarez.
All. Tabarez.

VENEZUELA (4-2-3-1): Hernandez; Rosales, Wilker, Vizcarrondo, Feltscher; Rincon, Figuera; Guerra, Martinez, Gunther; Rondon.
All. Dudamel.

ARBITRO: Loustau (Argentina)

Le parole di Tabarez alla vigilia del match:

“Abbiamo un’idea abbastanza chiara di quella che saranno la squadra e la situazione. Questa partita per noi è una specie di finale e sappiamo cosa dobbiamo fare per vincerla.”

Le parole di Dudamel alla vigilia del match:

Giocheremo rispettando l’avversario, sapendo della loro necessità di vittoria e con intelligenza. Cerchermo di giocare la partita come una squadra consolidata e matura. Cercheremo di non far salire l’Uruguay, però sarà una partita che richiederà da parte nostra il massimo sforzo. L’Uruguay è un avversario di grande esperienza, non per niente è una delle selezioni più “vecchie” della Copa America. Hanno la maturità per affrontare queste situazioni diffcili in cui è necessario vincere”