SHARE
De Gea e Muniain con la Sub21 spagnola
De Gea e Muniain con la Sub21 spagnola
De Gea e Muniain con la Sub21 spagnola
De Gea e Muniain con la Sub21 spagnola

Caso Torbe, le rivelazioni della testimone: anche Iker Muniain avrebbe abusato di una minorenne mentre David De Gea avrebbe concordato il luogo.

Caso Torbe che si ingigantisce in Spagna. Coinvolti anche Iker Muniain e David De Gea nelle indagini sul filone di abusi sessuali contesti al magnate del porno iberico. Tratta di esseri umani finalizzata alla pratica sessuale, violenza sessuale, alla prostituzione e alla pedopornografia, oltre al reato di estorsione e falso ai danni della pubblica amministrazione. Questi i capi di imputazioni elevati a vario titolo nei confronti dell’impresario dell’azienda pornografica di video, a cui si aggiungono da oggi, come riporta in esclusiva il media spagnolo eldiario.es, anche i due atleti compagni di squadra all’epoca della Nazionale Sub21 della Spagna.

DE GEA E MUNIAIN INDAGATI Il 3 di giugno dello scorso anno, una supertestimone, attualmente sotto la protezione degli inquirenti iberici, avrebbe dichiarato di aver subito nel 2012 un abuso sessuale da parte di Iker Muniain all’interno di un noto albero a cinque stelle nel centro di Madrid. Il teste avrebbe spiegato come l’incontro sarebbe stato combinato dall’imprenditore del campo pornografico, evidentemente un favore o “una prova” per poi entrare a far parte della propria scuderia, come presuppongono i magistrati. L’incontro si sarebbe svolto tra la testimone e un’altra ragazza insieme alla punta dell’Atletico Bilbao, al cui seguito ci sarebbe stato anche un altro calciatore della Nazionale spagnola Sub21.

Nell’udienza del 6 maggio sono poi arrivati ulteriori particolari, con la testimone, giudicata dagli investigatori come “estremamente attendibile”, che avrebbe fatto i nomi di Muniain e De Gea, quest’ultimo nel ruolo di “collante” per concordare il luogo con Torbe stesso. Una grana che non ci voleva per Del Bosque, la Nazionale spagnola è attualmente in ritiro prima di Euro 2016, stasera al via, e le voci sul conto di De Gea potrebbero destabilizzare un ambiente apparso tutt’altro che sereno e spensierato dopo lo stop inatteso contro la Georgia.

Stefano Mastini